Trentadue Comuni da mettere d’accordo  Oppure addio a 19 milioni di euro
Uno dei settori da unificare per ottenere i finanziamenti è quello della Protezione civile.

Trentadue Comuni da mettere d’accordo

Oppure addio a 19 milioni di euro

Taceno, sono i fondi della “Strategia aree interne”

Servono per aiutare le zone a rischio spopolamento

Corsa contro il tempo per non rischiare di perdere i 19 milioni dei fondi della Strategia aree interne “Alto lago di Como e valli del Lario” che coinvolge trentadue Comuni delle province di Lecco e Como, nella zona dell’altolago.

«A febbraio – spiega Marisa Fondra, sindaco di Taceno e capofila della Strategia – i Comuni hanno approvato il documento con le trentuno schede progettuali. Sono stati proposti anche quattro schemi per le gestioni associate in materia di Protezione civile, sismica, catasto e promozione turistica però gli impegni non erano ancora stati definiti. Le convenzioni sono state riprese in mano con il lavoro fatto dai tecnici dalle due comunità montane della Valsassina e del Lario orientale e del Ceresio».

Le convenzioni saranno gestite da un organismo simile alla Conferenza dei sindaci, una per provincia, che dovranno decidere gli aspetti definitivi.

Sono un prerequisito per ottenere i 19 milioni di euro stanziati dalla Strategia aree interne per finanziare i servizi nelle zone disagiate ed a rischio spopolamento: come ad esempio la scuola, i servizi socio sanitari, i trasporti, l’economia.

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA