Primaluna, percorso sensoriale  tra boschi e miniere per non vedenti
I pannelli per non vedenti posizionati alle miniere di Cortabbio Foto Locatelli

Primaluna, percorso sensoriale

tra boschi e miniere per non vedenti

Presentato il progetto di Legambiente Undici pannelli per illustrare il territorio ai disabili «Oltre alla tutela ambientale c’è una funzione sociale»

Undici pannelli, con la possibilità di leggere anche in braille, in un doppio percorso sensoriale per non vedenti per spiegare loro il territorio e la miniera di barite di Cortabbio e per far capire invece a chi ha l’ha potuta vedere quanto è importante ciò che c’è attorno.

“Il senso della terra” è il nome del progetto creato da Legambiente Lecco inaugurato ieri mattina.

«Per noi ha un significato speciale – ha detto il presidente Alessandro Ghioni – perché al di là della tutela ambientale ha una funzione sociale per quelle persone che hanno delle difficoltà. Non è stato facile però è stato un grande arricchimento, una cosa molto toccante e fantastica per noi».

Cesare Perego, presidente della società Grignolo che gestisce il parco minerario ha sottolineato che ora la miniera «è accessibile al 99% a tutti. Il sentiero ha un aspetto sociale notevole ed è un risultato importante per la provincia di Lecco. Mi auguro – ha chiuso – che possa dare soddisfazione alle persone che soffrono di questa differenza».

Tutti i particolari su La Provincia di Lecco in edicola domenica 16 settembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA