Piazzole da pulire sulla Statale 36  Il “no” dei sindaci ad Anas
Le piazzole sulla Statale 36 sono trasformate in discarica a cielo aperto

Piazzole da pulire sulla Statale 36

Il “no” dei sindaci ad Anas

L’incontro in Prefettura non ha portato all’accordo

I Comuni non vogliono accollarsi le spese

Lago

Piazzole trasformate in discarica: uno smacco al turismo, all’igiene e al decoro.

L’Anas tenta di passare la palla ai Comuni, chiedendo loro di accollarsi l’onere della pulizia.

I Comuni rispondono picche, ma qualcuno, come Mandello e Colico si dice disponibili a valutare la possibilità di pagare una piccola quota purché la pulizia avvenga regolarmente, e solo se le videocamere leggi targhe entreranno in funzione e sanzioneranno gli incivili.

Da Lierna, invece, è un no secco all’accollarsi le spese, proprio nella zona maggiormente sporca e balzata recentemente alle cronache per i cumuli di rifiuti.

Martedì pomeriggio in prefettura si era svolto un incontro tra i rappresentanti dei Comuni del lago, il prefetto Liliana Baccari, l’assessore regionale Massimo Sertori e i rappresentanti di Anas. Ma alla fine ciascuno è rimasto sulle sue posizioni, così quello della pulizia sulla SS 36 è rimasto un rebus irrisolto.

«Le piazzole sono di competenza Anas e non dei Comuni, i costi di manutenzione sono e restano a carico dell’Anas», afferma il vice sindaco di Lierna Silvano Stefanoni.

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA