Nessun volontario per spalare la neve  Il Comune invoca la clemenza del cielo
Mandello, spalatori volontari in azione: una “specie” ormai estinta

Nessun volontario per spalare la neve

Il Comune invoca la clemenza del cielo

Mandello, il bando del municipio è andato deserto

L’assessore Tagliaferri: «Ci affideremo alla protezione civile»

Spalare la neve per dare una mano al paese? Nessuno si fa avanti, e il Comune si arrende.

In caso di nevicate abbondanti, il municipio dovrà accontentarsi della ditta che deve pulire la strada, i dipendenti comunali, la protezione civile.

«Il piano neve è stato affidato alla ditta “Gaddi srl” di Mandello per 15 mila euro - dice l’assessore ai Lavori pubblici Andrea Tagliaferri - che interverrà anche in caso di gelate per spargere il sale sulle strade. Dovranno pulire Mandello e la zona del Moregallo. I mezzi si prepareranno già subito alla prima allerta neve pronti ad intervenire».

Quanto agli spalatori di neve, quelli che dovrebbero entrare in servizio in caso di nevicate abbondanti, anche quest’anno (come già nell’inverno scorso) non si è fatto avanti nessuno.

«Vedremo se fare un bando rivisto e corretto - prosegue l’assessore Tagliaferri - ma non sarà neppure così facile visto lo scarso interesse, e inoltre dovremmo anche trovare la giusta formula per il pagamento non essendoci più i voucher. Ci affideremo agli operatori comunali e alla protezione civile».

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA