L’olio del lago “strega” il Gambero Rosso  Due aziende conquistano le “tre foglie”
Le olive del lago: nell’ultima stagione sono state poche, ma buone (Foto by Sandonini)

L’olio del lago “strega” il Gambero Rosso

Due aziende conquistano le “tre foglie”

Trionfano il Tondello Dop di Gaiatto

ed il Dop laghi lombardi di Mattarelli

L’olio di oliva di Perledo sale ancora sul gradino più alto del podio, incoronato dalla prestigiosa guida degli “Oli d’Italia” del Gambero Rosso.

La premiazione avverrà il 16 aprile a Sol di Verona, il Salone internazionale dell’olio extra vergine d’oliva e dell’agroalimentare di qualità.

Quattro le menzioni assegnate alle aziende lombarde per gli extravergini e ben due sono dell’olio di Perledo che fregia così delle “3 foglie”, che premiano gli oli “eccezionali ed emozionanti”: il “Tondello Dop laghi lombardi – olio Gaiatto” ed il Dop laghi lombardi di Stefania Mattarelli.

Questi due oli si fregiano anche del “Marchio Perledo” con un disciplinare ancora più restrittivo di quello della Dop.

Ci sono inoltre anche altri due produttori della provincia di Lecco, insigniti delle “2 foglie rosse”: gli “Uliveti del Mauro Dop laghi lombardi Lario – Poppo” di Bellano e il Dop laghi lombardi Lario – Olivicoltori lago di Como” di Perledo.

L’articolo completo e gli approfondimenti sul giornale in edicola domani, giovedì 5 aprile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA