Lettera del prefetto  contro windsurf e kitesurf  «Sono pericolosi»
Windsurf e kitesurf in Alto Lario

Lettera del prefetto

contro windsurf e kitesurf

«Sono pericolosi»

Dura lettera di Coccia: «Atteggiamenti di sfida, si rischia di compromettere la sicurezza della navigazione»

Windsurf, kitesurf e, in seconda istanza, imbarcazioni a noleggio mettono a rischio la sicurezza nel lago, in particolare «nella zona ricompresa tra Bellano, Colico, Dervio e Cremia».

Lo scrive il prefetto Ignazio Coccia in una lunga missiva inviata al presidente della Provincia, ai Comuni rivieraschi, alle forze dell’ordine e all’Autorità di Bacino. Il prefetto parla addirittura di «atteggiamenti di sfida» da parte di persone «che praticano sport nautici quali windsurf e kitesurf», le quali «con manovre imprudenti ed azzardate ostacolano il transito dei mezzi pubblici di linea, impedendo addirittura l’approdo e la ripartenza dei battelli dai pontili, in condizioni di sicurezza».

Concetti forti quelli espressi da Ignazio Coccia che non fa certo mistero sul fatto che tali atteggiamenti «mettono a rischio la propria e l’altrui incolumità».

Nella lettera si fa riferimento diretto a «persone che verosimilmente non conoscono i regolamenti e le norme più elementari del Codice della Navigazione, compiendo manovre azzardate durante le manovre di attracco ai pontili di Bellagio e Varenna». Anche in questo caso, il prefetto parla di «comportamenti irresponsabili e pericolosi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA