«Aria pulita a Mandello? Non è vero  Vogliamo i controlli a sorpresa»
La “Gilardoni Vittorio cilindri”: nel mirino c’è lo stabilimento della Carletta

«Aria pulita a Mandello? Non è vero

Vogliamo i controlli a sorpresa»

Il Comitato per la salute pubblica contesta

le modalità dei rilievi effettuati dall’Arpa

«Ci batteremo per avere delle verifiche a sorpresa da parte di arpa e per far posizionare delle centraline di rilevamento delle polveri diffuse, in giro per tutto il paese».

Eugenia Poletti del Comitato dei cittadini per la salute pubblica e per l’aria pulita, è senza parole dopo quanto emerso nell’incontro dell’altra mattina tra Comune, Arpa e i rappresentanti dell’azienda “Gilardoni Vittorio cilindri”.

Il sindaco Riccardo Fasoli, commentando i dati raccolti da Arpa, assicurava che «i parametri ambientali per la salute pubblica dell’azienda “Gilardoni Vittorio cilindri”, rientrano in quelli previsti dalla normativa europea. L’azienda su questo fronte è in regola».

Parole che, invece di dare certezze chiudendo la vicenda, aprono al comitato le porte dei dubbi.

«Lunedì mattina il Comitato si incontrerà col sindaco - prosegue la Poletti - vogliamo iniziare una stretta collaborazione con il Comune. Siamo basiti per il responso di Arpa. Certo è che se le verifiche vengono fatte previo avviso all’azienda, non si avrà mai una precisa fotografia della situazione. Vogliamo sapere che cosa esce dall’azienda, la tipologia delle polveri, e quali conseguenze queste possono avere sulla salute pubblica».

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA