Vivaldi e Stradivari, due giganti sul lago

Varenna Domani in piazza San Giorgio la Kharkiv Philharmonic Chamber Orchestra e Aiman Mussakhajayeva

Vivaldi e Stradivari, due giganti sul lago
La Kharkiv Philharmonic Chamber Orchestra

Domani alle 21.15 piazza San Giorgio di Varenna ospiterà, nell’ambito della terza edizione del Varenna Festival, uno straordinario concerto con protagonista la Kharkiv Philharmonic Chamber Orchestra.

L’ensemble musicale ucraino, nato nel 2001 grazie all’iniziativa del suo direttore Yuriy Yanko, si propone «la promozione della musica di compositori ucraini e la rappresentazione del loro lavoro all’estero».

E in un momento storico drammatico come quello che, tra bombardamenti, morti e distruzioni, stiamo vivendo, questo concerto si carica di un significato profondo, sottolineato, peraltro, dalla presenza come ospite d’eccezione, della violinista Aiman Mussakhajayeva originaria della Repubblica del Kazakistan, che, tra i numerosi titoli e premi guadagnati nel corso di una brillante carriera concertistica, nel 1998 ha ottenuto dall’Unesco il riconoscimento di “Artista per la Pace”.

In programma, accanto a pagine di compositori ucraini raramente eseguiti in Italia, ci sarà anche un ben augurale omaggio al compositore veneziano Antonio Vivaldi e alle sue “Quattro stagioni” divenute patrimonio dell’intera umanità.

La violinista Aiman Mussakhajayeva suona un prezioso Antonio Stradivari del 1732 ed è stata la prima artista kazaka a firmare, nel 2012, un contratto con la prestigiosa etichetta Deutsche Grammophon.

Ingresso libero. In caso di maltempo il concerto si terrà nella sala polifunzionale Marco de Marchi in via Roma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA