Mercoledì 20 Agosto 2014

Torna l’Ultima luna
tra eroi e antieroi

1 Il suggestivo spettacolo dei Tamburi del Giappone che verrà messo in scena anche sul palco dell’Ultima luna d’estate 2 La rappresentazione di Ulisse 3 L’attore Giuseppe Cederna durante il suo monologo “L’ultima estate dell’Europa” 4 Un momento de “Il gatto con gli stivali”

LECCO Diciassette edizioni e il Festival del teatro popolare di ricerca “L’ultima luna d’estate”, nel verde della Brianza, affida il senso a una battuta, famosa, di Brecht in Vita di Galileo: “Beato il paese che non ha bisogno di eroi”.

Questo il tema, eroi e eroismi, che caratterizza il Festival, dal 23 agosto al 7 settembre, organizzato dall’Associazione Teatro Invito e Ultimaluna, in collaborazione con BIS! - Brianza in scena, con il contributo della Provincia di Lecco, della Fondazione Cariplo, del Consorzio Brianteo Villa Greppi, del Parco Regionale di Montevecchia e Valle del Curone e del Parco dei Colli Briantei, dei Comuni di Bulciago, Calco, Carnate, Casatenovo, Lesmo, Lomagna, Missaglia, Montevecchia, Olgiate Molgora, Osnago, Unione Comuni Valletta, Sirone, Sirtori, Usmate Velate, Viganò.

Le iniziative

Teatro, musica, cultura e iniziative per tutti. Trenta gli appuntamenti tra spettacoli, musica, recital, aperitivi teatrali. Non mancano gli spettacoli per i più piccoli e i ragazzi, ambientati nei parchi di Lomagna, Viganò e Casatenovo: fiabe, “Il gatto con gli stivali” e la “Bella e la bestia”, l’eroe, il terzo portiere Orlandi di Teatro Invito ne “La testa nel pallone”, i burattini.

A inaugurare questa XVII edizione del Festival, sabato 23 agosto alle 18, a Villa Greppi a Monticello Brianza, l’incontro sul tema della manifestazione. Ad animare il dibattito su “Beato il paese che non ha bisogno di eroi”, i giornalisti Daniele Bianchessi, scrittore, caporedattore di Radio24/Il Sole 24 ore, Piero Colaprico, scrittore e inviato di Repubblica, e il direttore artistico Luca Radaelli. Moderatore Vittorio Colombo, giornalista, responsabile dell’edizione lecchese de La Provincia, media partner dell’iniziativa. Si parlerà degli eroi uccisi dalla mafia, in un paese che non è certamente beato, celebrati negli spettacoli in scena nella giornata inaugurale, su Placido Rizzotto e Peppino Impastato.

QUI TUTTO IL PROGRAMMA

Come sono i nuovi eroi?

«In un mondo in cui le vite sembrano appiattite e banalizzate, torna il bisogno di qualcuno che si ponga come punto di riferimento, la cui vita sia esemplare, fuori dall’ordinario, nel bene e nel male – scrive Luca Radaelli -. Ci siamo chiesti che cosa significhi oggi la parola “eroe”, quali potessero essere le biografie da mostrare, quali le imprese eccezionali che il teatro può raccontare, chi siano stati i vincenti o gli sconfitti memorabili».

Ecco quindi Ludwig Van Beethoven, gli eroi de “La conquista del Cervino”, Ulisse e “Berlinguer, i pensieri lunghi”, protagonista Eugenio Allegri con la regia di Giorgio Gallione, le parole di Camilla Cederna che celebra “Nostra Italia del miracolo”, Antonia Pozzi e Zelda, due modi di vivere la poesia e la letteratura. Più altri eroi normali e fuori dal comune.

Brianza in Scena

É il secondo anno che il Festival nasce come parte della associazione BIS! Brianza in Scena, che riunisce le compagnie del territorio, oltre a Teatro Invito, ScarlattineTeatro e Piccoli Idilli. Per il direttore artistico Luca Radaelli una scommessa ancora da vincere, con problemi legati al coordinamento di tante energie e proposte. Dove alla cessione di sovranità di ciascun gruppo dovrà corrispondere una sintesi superiore alla somma delle parti. “Risultato ancora non raggiunto. Siamo in mezzo al guado, ma ci sforziamo di arrivare dall’altra parte. A confortarci la riuscita dello spettacolo itinerante “Sogno di una notte di mezza estate”, prodotto da BIS!. É quella la direzione”.

Biglietti serali 13 euro, per bambini (fuori abbonamento) 5 euro, abbonamenti Luna piena 90 euro, 3 spettacoli a scelta 27 euro, 2 a scelta 20 euro; aperitivi teatrali 13 euro (fuori abbonamento).

Info e prenotazioni Associazione Teatro Invito / Ultimaluna - tel. 039 59.71.282 - [email protected] - www.ultimaluna.

Claudio Scaccabarozzi

© riproduzione riservata