Teatro Invito “Aperto” al mondo vivo

Lecco Undici appuntamenti nel cartellone di via Foscolo, debutto fissato il 28 ottobre

Teatro Invito “Aperto” al mondo vivo
Walter Broggini e Luca Radaelli in “Lear e il suo matto”
(Foto di Anderlini)

Vista in controluce la stagione teatrale di Teatro Invito, al debutto il 28 ottobre, ha una trama fatta di attenzione all’attualità, ai tempi grami che viviamo e alla Storia “maestra di vita”. Così si diceva un tempo.

Lo ribadisce il direttore artistico di Teatro Invito Luca Radaelli. «Aperto - afferma riferendosi all’ormai storico palcoscenico lecchese - Aperto al mondo e ai temi dell’attualità. Teatro Invito è lo spazio in città che si misura con il teatro che parla di oggi e di noi, della storia recente e delle sue implicazioni presenti».

“Aperto” è il logo scelto per l’edizione di quest’anno su una dominante rossa, che compare nella Home del sito, da oggi con una veste grafica rinnovata e nuove potenzialità.

«È una stagione che ci piace molto - aggiunge il direttore artistico - Per i temi che si collegano a eventi particolari e anniversari, che producono echi che rimandano alla Storia e alla letteratura».

Da quest’anno il sito teatroinvito.it cambia veste grafica. Predomina il rosso e, novità, sarà possibile prenotare il biglietto cliccando direttamente sulla locandina dello spettacolo.

I prezzi sono gli stessi dello scorso anno, online da venerdì con vivaticket; 5 euro per la rassegna domenicale, 15/12/9 per il teatro serale, ridotto per gli abbonati alle altre rassegne collaterali, abbonamenti 110/90/60 (il costo inferiore per under 30), quattro spettacoli 50/40/30.

Sono state mantenute le convenzioni per allievi scuole di teatro e musica, Spi Cgil, Università terza età, abbonati Cineminimo, abbonati Mikrokosmos, utenti Acel Energie.

La prenotazione (0341.1582439, da lunedì a venerdì 9.30 - 13 o via mail) è consigliata ed è valida fino a un quarto d’ora prima dello spettacolo. Info 346.5781822 - [email protected] www.teatroinvito.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA