Preludio con le “Note di Pasqua”  al Festival di Bellagio e del lago
La Bellagio Festival Orchestra stasera in formazione di archi e contrabbasso

Preludio con le “Note di Pasqua”

al Festival di Bellagio e del lago

La rassegna: oggi e il Lunedì dell’Angelo due appuntamenti con l’Orchestra del Festival - Pergolesi e Bach nella Basilica di San Giacomo con Magdalena Aparta e Consuelo Gilardoni

Il Festival di Bellagio e del Lago di Como diffonde “Note di Pasqua a Bellagio” come preludio alla sua nona edizione 2019.

La musica di Pergolesi e Bach, la Basilica di San Giacomo e la Bellagio Festival Orchestra in formazione di archi e basso continuo diretta da Alessandro Calcagnile sono gli ingredienti dei due concerti pasquali annunciati per questa sera, dabato 13 aprile, alle 21 e per il pomeriggio del lunedì dell’Angelo, 22 aprile alle 18. Le forme romaniche della basilica bellagina a lago e le note settecentesche si incontreranno, con precedenza al capolavoro dello Stabat Mater proposto oggi.

Alla vigilia della domenica delle Palme, il direttore stabile della Bellagio Festival Orchestra guida le giovani voci del contralto Magdalena Aparta e del soprano Consuelo Gilardoni attraverso le pagine di elevata struggenza del compositore campano. L’opera – puntualizza Rossella Spinosa, direttore artistico del festival - fu commissionata al compositore nel 1734 dalla confraternita dei Cavalieri della Vergine di Napoli, proprio per officiare la liturgia della settimana santa”, diventando poi punto di riferimento per molti del calibro di Paisiello o Johann Sebastian Bach.

Il concerto odierno sarà ad ingresso libero come quello di Pasquetta dedicato a Bach; in quell’occasione , nella basilica di Borgo, si ascolterà una selezione dei sei Concerti Brandeburghesi, con le architetture sonore “avec plusieurs instruments” che caratterizzano la raccolta bachiana.

«Ripartiamo con slancio – aggiunge Spinosa, pianista e compositrice milanese, direttrice del festival – per sottolineare l’avvio della stagione turistico-culturale con la compagine simbolo del festival, che porta il nome di Bellagio in giro per il mondo, in un anno davvero speciale» A Bellagio è infatti attiva da questi mesi la Scuola Civica di Musica «grazie alla quale grandi artisti stanno popolando il territorio, insieme a giovani talenti di cui gli stessi maestri si rendono guide. La primavera ho desiderato che portasse con sé, però, anche un’anticipazione di quel che sarà il grande Festival di Bellagio e del Lago di Como di quest’anno giunto alla sua nona Edizione e – seppur ancora nella cornice della nostra stagione concertistica invernale “Bellagio, Luoghi di Cultura” - la Bellagio Festival Orchestra inizierà già da Pasqua a farci assaporare il prossimo arrivo dell’estate e del Festival!”.

Con questa primizia pasquale, la Bellagio Festival Orchestra si fa apripista del prossimo cartellone estivo, in programma dal 21 giugno al salone delle feste del Grand Hotel Villa Serbelloni: come tradizione, il debutto avverrà con l’orchestra in residenza de I pomeriggi Musicali, concentrata per l’occasione sul Romanticismo di Ludwig Van Beethoven e Felix Bartholdy Mendelssohn. Con l’obiettivo più generale di una proposta musicale che non conosca stagioni ma solo emozioni lunghe un anno, in una Bellagio che sempre più fa cultura, dalla programmazione della stagione invernale “Bellagio, luoghi di Cultura”verso una colonna sonora raffinata e vivace, sperimentale, curiosa e multiculturale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA