Mercoledì 27 Agosto 2014

Per “Ultima luna d’estate”

“Ulisse” di Radaelli e Fiocchi

Lo spettacolo è interpretatodall’attore Michele Fiocchi

Il Festival L’ultima luna d’estate organizzato dall’associazione Teatro Invito in collaborazione con BIS! - Brianza in scena, sconfina nella provincia di Monza e Brianza.

Questa sera è in programma lo spettacolo “Ulisse”, alle 21 nel parco di Villa Borgia a Usmate Velate (in caso di pioggia nell’aula magna delle scuole).

Testo di Luca Radaelli e Michele Fiocchi, regia di Luca Radaelli, interprete Michele Fiocchi.

Quando Ulisse, tornato a Itaca, fa strage dei Proci pretendenti la moglie Penelope, risparmia la vita soltanto al cantore Femio. Ulisse sa che solo lui può tramandare la sua gloria, la memoria delle sue gesta, del suo ingegno.

«Noi ci immaginiamo Femio all’opera, attore girovago, ospite gradito alla mensa, sempre pronto a barattare una scodella di olivi o di fichi con un buon racconto. E la storia di Ulisse – chiariscono gli autori - è un grande racconto, popolato com’è di eroi, dei, donne bellissime e magiche, esseri giganteschi e mostruosi, tempeste terribili e regge sontuose.

Così l’attore, aiutato dalla voce di Atena e dalla musica, veste i panni dell’eroe, ma anche quelli di Polifemo, Telemaco, Ermes, Tiresia, Antinoo. E il celebre racconto epico viene offerto al pubblico nella semplicità di un rito antico come il mondo».

L’attore in scena passa dalle vesti di Telemaco a quelle di Polifemo, da quelle di Zeus a quelle di Ulisse, da quelle dei Proci a quelle di Femio, proponendo un racconto epico in una veste molto semplice, fondendo narrazione e coreografia, arti marziali e poesia in un’unica prova d’attore.

Ed è proprio grazie alla narrazione usando le parole di Femio che, il linguaggio usato, è stato visto come mezzo per la rivincita della narrazione rispetto al potere mediatico.

Solo chi è stato veramente testimone, ha la capacità di rivelare i fatti realmente accaduti, come Femio, contrariamente a chi si prende il diritto di sovvertire notizie solo basandosi su una presunta conoscenza.

Il biglietto costa 13 euro. Info e prenotazioni Associazione Teatro Invito - tel. 039 59.71.282 - [email protected]

© riproduzione riservata