Musica classica, jazz e rock  Un’estate di grandi eventi
Anche l’orchestra dei Fiati della Valtellina tra le realtà coinvolte

Musica classica, jazz e rock

Un’estate di grandi eventi

Due rassegne per una quarantina di concerti in calendario. L’impegno dell’ente montano di Sondrio, Comuni e associazioni: «Grande spessore»

Sarà un’estate da ricordare per gli appassionati di musica di Valtellina e Valchiavenna e per chi sceglierà la provincia di Sondrio per le ferie: la Comunità Montana Valtellina di Sondrio, affiancata e supportata dal sostegno di Comuni, associazioni e Fondazione Pro Valtellina dà vita a due rassegne musicali che da sabato a fine settembre porteranno in scena una quarantina di concerti per l’appunto in varie località della provincia.

Si comincia domani alla chiesa di San Bernardo di Faedo alle 20,30 con “La musica è fantastica”, ensemble cameristico de “La Camera Ducale di Parma”: un appuntamento che unisce buona musica alla suggestiva location della chiesa di San Bernardo, mettendo subito in chiaro uno degli obiettivi delle due rassegne: «Si tratta di un impegno notevole. - ha sottolineato il presidente della Comunità Montana Valtellina di Sondrio Tiziano Maffezzini - Vogliamo valorizzare non soltanto l’aspetto culturale, ma anche il territorio facendo sì che gli eventi siano ospitati da strutture di pregio architettonico».

Il concerto di domani a Faedo fa parte della rassegna “Alpi Sonanti”, organizzata da molti anni dall’associazione “Serate musicali” e che quest’anno è stata inclusa in un progetto co-finanziato dalla Comunità Montana Valtellina di Sondrio per poter partecipare al Bando di Pro Valtellina: da qui al 24 settembre, saranno sei gli appuntamenti in calendario (quattro concerti di musica classica e altri due di contaminazione etnica e altri generi) grazie alla partnership anche di cinque Comuni: Berbenno, Caspoggio, Chiuro, Faedo e Postalesio.

Per quanto riguarda la rassegna “Estat’arte 2016” sono 29 gli appuntamenti in calendario a partire dal 2 luglio e fino al 5 novembre: 14 i Comuni partner (Caiolo, Caspoggio, Castello dell’Acqua, Castione, Chiesa in Valmalenco, Chiuro, Colorina, Lanzada, Montagna, Piateda, Ponte, Postalesio, Torre S. Maria e Tresivio), 10 le associazioni (Orchestra dei Fiati della Valtellina; Rock & Rodes, Mondo Cultura, Ambria Jazz, Le AltreNote, Consorzio Turistico Mandamento di Sondrio, Musica Viva, Coro Vetta, Arci-Contatto e Castelrider). Non è dunque in caso che, in Estat’arte saranno inserite e sostenute le mini-rassegne AmbriaJazz, Rock and Rhodes, Ponte di Note e la Masterclass di chitarra classica diretta dal maestro Laura Mondiello.

Nel dettaglio, saranno otto i concerti jazz, tre gli appuntamenti con il genere rock; 11 quelli con la musica classica; e infine sette con la contaminazione etnica e altri generi. I costi totali del progetto ammontano a 35.674 euro di cui 22 mila per il sostegno alla realizzazione degli eventi artistici; 11.674 per la promozione e la comunicazione; e duemila per risorse interne all’ente; nel complesso 32.374 euro sono stati stanziati dalla Comunità Montana Valtellina di Sondrio e gli altri 3.300 dai Comuni per le spese legate agli artisti.

«Siamo noi - ha spiegato Marco Dall’Acqua della fondazione Pro Valtellina - a dover ringraziare associazioni ed enti che mandano avanti questi progetti: loro sono la macchina, noi la benzina. Il progetto è di spessore notevole, abbraccia tutti gli ambiti, cioè ambiente, arte e cultura e sociale, in cui la fondazione opera e consente di rimarcare la nostra identità in modo che i turisti possano apprezzare storia e valori del territorio».

«Questa è un’occasione - ha chiuso Dario Ruttico, vice-presidente della Comunità Montana di Sondrio - per dimostrare che i soldi pubblici vengono spesi nel modo migliore e più trasparente possibile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA