Le struggenti note del “fado di Sarajevo”

Lecco Stasera dalle 21 in piazza Garibaldi la performance del “Damir Imamovic Trio”

Le struggenti note del “fado di Sarajevo”
Damir Imamović

L’ultima tappa lecchese della rassegna “Suoni mobili” vedrà arrivare nel capoluogo un artista in rampa di lancio, il bosniaco Damir Imamović. Ad accompagnarlo in riva al Lario una coppia di talentuosi musicisti formata dal contrabbassista turco Derya Türkanm e dallo sloveno Žiga Golob al kemenche, un particolare strumento a corda proveniente dal Mediterraneo orientale.

L’appuntamento è per oggi nella centralissima piazza Garibaldi, con inizio a partire dalle 21.

Il concerto proposto dal “Damir Imamović Trio” sarà il secondo della serie “Il fado di Sarajevo”.

«Abbiamo scelto questo titolo perché la sevdah, la musica suonata da Damir Imamović, è molto simile al fado portoghese: entrambe hanno un’anima molto profonda - dichiara Saul Beretta, direttore creativo dell’associazione Musicamorfosi, organizzatrice della rassegna - la definizione è stata coniata dai giornali inglesi dopo che Imamović ha meritatamente vinto il premio di artista europeo dell’anno».

Il concerto di oggi sarà a ingresso gratuito, con libera donazione. In caso di pioggia verrà effettuato nello “Spazio Teatro Invito”, in via Foscolo 42.

© RIPRODUZIONE RISERVATA