La musica rompe i confini spaziali
“Suoni mobili” dal lago fino a Milano

La kermesse Settanta concerti tra centri storici, luoghi di culto, giardini e magioni storiche

La musica rompe i confini spaziali “Suoni mobili” dal lago fino a Milano
Joanna Goodale sarà la regina dell’appuntamento di Osnago

È una tradizione nel segno della musica che esce dagli spazi canonici, si mescola allo scorrere delle vite quotidiane, in città e nei borghi minori, con particolare attenzione per la Brianza, il Lago di Como, la città di Milano.

Torna il festival “Suoni Mobili” che da giovedì sino a Ferragosto mette in fila settanta concerti tra centri storici, luoghi di culto, giardini e ville, con ingresso gratuito (prenotazioni necessarie in poche occasioni; programma in divenire sul sito suonimobili.it; infoline: 331.4519922).

Organizzato da “Musicamorfosi” con il Consorzio Brianteo “Villa Greppi”, il festival itinerante viene inaugurato giovedì al Mac di Lissone con la mostra “Modern Pattern” e il concerto di Frank Martino, alle chitarre e sintetizzatori analogici, e Massimiliano Milesi, al sassofono (via E. Ancona 6; dalle 21.30). Il duo propone dubstep, trip-hop, trap, drum’n’bass.

Primo appuntamento nel Lecchese sabato 25 giugno nel cortile di Villa de Capitani a Osnago (via Pinamonte; dalle 19) con “Il pianoforte ben temperato #2” con Joanna Goodale e Andrina Bollinger, quest’ultima anche voce e chitarra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA