Il “Sacro macello della Valtellina”

Carenno Gli “Architetti delle parole”e la rivolta dei cattolici questa sera dalle 21alla Chiesa Vecchia

Il “Sacro macello della Valtellina”

Stasera alle 21 gli “Architetti delle parole” debutteranno con una nuova lettura teatrale legata a un evento storico avvenuto nella Valtellina del diciassettesimo secolo, il “Sacro macello della Valtellina”.

Lo spettacolo - che vedrà esibirsi l’attore Carlo Arrigoni, il poeta Mattia Cattaneo e la violoncellista Viola Valsecchi - verrà effettuato sul sagrato della Chiesa Vecchia di Carenno (in caso di maltempo, nel cineteatro).

Il “Sacro Macello” fu un evento che insanguinò la Valtellina nel 1620, capeggiato dal cavaliere cattolico Giacomo Robustelli. La rivolta dei cattolici valtellinesi contro i cosiddetti Grigioni - protestanti - durò circa quattro giorni e fece mezzo migliaio di vittime, tutte valtellinesi. A seguito di essa molti protestanti decisero di lasciare la zona, riparando nei cantoni svizzeri e in Engadina. La definizione “Sacro macello” venne coniata dallo storico lecchese Cesare Cantù nel suo saggio - “Il Sacro Macello di Valtellina” - scritto nel 1853.

Ingresso libero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA