Il Grand Tour dell’arte  fa tappa sul Lago di Como
Rossella Biscotti, A shirt, blue pants, blue jeans, a towel, 2018 - foto di Cristopher Clem Franken

Il Grand Tour dell’arte
fa tappa sul Lago di Como

La Fondazione Ratti inaugura domani a Villa Sucota la mostra dedicata a Rossella Biscotti. Oggi al via una rassegna cinematografica: “Jet Lag”

Due appuntamenti di rilievo, in diversi ambiti dell’arte contemporanea, si susseguiranno, oggi e domani, nella sede della Fondazione Ratti di Villa Sucota, in via per Cernobbio, a Como.

A testimonianza della vivacità della Fondazione diretta da Annie Ratti, il pubblico di addetti ai lavori ma anche di chi vuole aggiornarsi sui nuovi linguaggi internazionali dell’arte, si susseguiranno eventi eterogenei.

Oggi, domenica 14 aprile, per esempio, sarà la volta del cinema. Alle 17.30, si terrà il primo appuntamento della rassegna “Jet Lag”, dedicata a film di grandi maestri tra Iran, Cina, India e Giappone. Il ciclo di proiezioni, che continuerà nelle date del 28 aprile, 12 maggio, 26 maggio e 9 giugno è a cura di Alberto Cano. La rassegna è organizzata dalla FAR e da Lake Como Film Festival. Si vuole proporre un “viaggio”, un percorso cinematografico attraverso cinque film di grandi maestri, da Peter Brook a Takeshi Kitano. Il lungometraggio scelto per l’esordio è il docu-film di Morgan Neville (Oscar 2014 per il documentario 20 Feet From Stardom), “Yo-Yo Ma e i musicisti della Via della Seta – The Music of Strangers”, film del 2015, con produzione statunitense. La durata è di novantasei minuti. Lo vedremo in lingua originale con i sottotitoli. Si ripercorrono la nascita e storia del complesso internazionale Silk Road Ensemble, composto da oltre 50 elementi tra strumentisti, cantanti, compositori e arrangiatori. La rassegna cinematografica non è un progetto isolato ma si ricollega a “Orientalismo”, ciclo di lezioni sulla storia del tessuto tenuto dalla dottoressa Chiara Buss e organizzato dalla Fondazione Antonio Ratti nei mesi scorsi. L’ingresso alla Sala Conferenze di Villa Sucota, è libero fino a esaurimento posti.

Domani, lunedì, sempre nella stessa sede, poi, si terrà un altro importante evento. Alle 18 verrà infatti inaugurata la mostra “Clara and Other Specimens”, dedicata all’artista Rossella Biscotti. L’esposizione, che è curata da Lorenzo Benedetti, fa parte di Grand Tour Contemporaneo, un programma espositivo concepito dal Comitato Fondazioni Arte Contemporanea in occasione della 58a edizione della Biennale d’Arte di Venezia. Per la Far, si tratta di una mostra molto significativa, inserita nel quadro di un più vasto progetto di carattere nazionale. Va detto anche che l’opera su tessuto che Bicotti ha installato a Villa Sucota è una produzione fortemente legata alla dimensione locale comasca ed esalta le competenze della filiera tessile, che è la grande vocazione della Ratti. La mostra, rimarrà poi aperta al pubblico fino al 25 giugno. Nata in Puglia, a Molfetta, Rossella è una delle artiste più interessanti in Italia. Durante gli ultimi dieci anni ha vissuto e lavorato tra l’Olanda e i luoghi che ha deciso di includere nelle sue ricerche. Biscotti ha preso parte a importanti esposizioni internazionali tra cui la 55° Biennale di Venezia (2013), la 13° Biennale di Istanbul (2013), dOCUMENTA 13 (2012), e Manifesta 9 (2012).

Il suo lavoro è stato presentato in numerose mostre personali a, Basilea, a Mosca, a Bolzano, Bruxelles; Vienna e Vilnius. I


© RIPRODUZIONE RISERVATA