“I Boreali”: il  vento nordico   su Lario e Ceresio
Lo scrittore e poeta Jón Kalman Stefánsson (Foto by © Einar Falur Ingólfsson)

“I Boreali”: il vento nordico

su Lario e Ceresio

Letteratura: da martedì 9 aprile tre giorni dedicati alla cultura nordeuropea con incontri a Cernobbio e Lugano

Un festival letterario dedicato alla cultura nordeuropea poteva sembrare un azzardo, invece “I Boreali nordic festival” taglia il traguardo della quinta edizione che si svolgerà tra Cernobbio e Lugano dal 9 all’11 aprile: tre giorni di eventi e incontri in collaborazione con Parolario, PiazzaParola, Museo Villa Bernasconi, Comune di Cernobbio e Lac Lugano Arte e Cultura.

Tra i protagonisti Björn Larsson, Jón Kalman Stefánsson, Valerio Millefoglie, Andrea Vitali, Anna Brännström, Merja Kaipainen e Rossana Maspero. La manifestazione è ideata e organizzata da Iperborea, casa editrice attenta agli autori di un’area geografica tradizionalmente trascurata: ha, letteralmente, scoperto l’oro, puntando sulla qualità, scoprendo e promuovendo talenti di prima grandezza e dando vita a un vero e proprio filone (complice anche il formato particolarissimo e inconfondibile dei volumi) ben consapevole che “Nord Europa” è un concetto, un luogo non solo geografico, ma non uno stile.

Ed ecco il programma. Si parte da Villa Bernasconi di Cernobbio martedì 9 aprile alle 14.30 con un laboratorio dedicato ai più piccoli - “Aiuto! Sono diventato un bambino mannaro” - ispirato al “Bambino mannaro” di Ulf Stark e già sold out. Alle 18 lo scrittore e poeta islandese Jón Kalman Stefánsson presenterà il suo ultimo romanzo, “Storia di Ásta” dialogando con il collega bellanese Andrea Vitali. Molto interessante mercoledì 10 alle 18 l’incontro dedicato alla cultura e alle lingue del nord “Il fascino discreto della Scandinavia: breve lezione comparata di lingua e cultura nordica” con Anna Brännström e Merja Kaipainen, docenti dell’Istituto Culturale Nordico di Milano. Sempre il 10, ma alle 16.30, il primo evento al Lac di Lugano: “Chi trova un amico trova un tesoro”, per bambini dai 6 agli 11 anni (massimo 25 partecipanti). È un laboratorio per bambini sul “Piccolo Virgil” di Ole Lund Kirkegaard, a cura di Cristina Zeppini. Alle 18 uno degli incontri sicuramente più attesi de “I Boreali”. È quello con lo svedese Björn Larsson che presenta “La lettera di Gertrud” assieme alla giornalista Rossana Maspero.

Giovedì 11 aprile l’ultima giornata del festival propone due appuntamenti in contemporanea, alle 18, a Lugano e a Cernobbio. Al Lac “Arto Paasilinna memorial tour. Cosa ci lascia uno scrittore quando ci lascia”, spettacolo e reading di Valerio Millefoglie dedicato all’autore finlandese scomparso nell’ottobre scorso. Davvero emozionante l’idea dell’ultimo talk a Villa Bernasconi: Björn Larsson arriva sul Lario per incontrare un ex detenuto che ha partecipato al progetto “I classici dentro e fuori il Bassone” analizzando il romanzo che ha fatto conoscere lo scrittore di Jönköping in Italia e nel mondo, “La vera storia del pirata Long John Silver”. Moderano Katia Trinca Colonel ed Eletta Revelli.

Per informazioni e prenotazioni: iboreali.it, [email protected], 02/87.39.80.98.


© RIPRODUZIONE RISERVATA