“First man” in piazza:

Gosling va sulla Luna

“First man” in piazza:  Gosling va sulla Luna

Il film che celebra i 50 anni dell’Apollo 11 oggi e domani a “35 mm sotto il cielo”

Ryan Gosling nel film First man di Damien Chazelle

Ryan Gosling nel film First man di Damien Chazelle

Cosa hanno fatto Damien Chazelle, regista, e Ryan Gosling dopo “La la land”, il film da (quasi) Oscar che ha polverizzato i record? Un altro musical? No: la risposta è “First man”, in proiezione stasera, mercoledì 11 settembre, e, in replica, domani alle 21 in piazza Martinelli, ultimo titolo della rassegna “35 mm sotto il cielo” del circolo Arci Xanadù. È un biopic realizzato in vista del cinquantesimo anniversario dell’allunaggio.

Gosling è Neil Armstrong, il “primo uomo” del titolo, quello che ha compiuto un piccolo passo per sé e un grande passo per l’umanità, quello che ha impresso la sua orma sulla superficie lunare. Il lungometraggio sceglie una via personale per raccontare una storia di cui tutti conoscono il finale, ma che viene da lontano. Non si tratta di fotografare la corsa della Nasa per battere i russi dopo la missione di Gagarin che ha scatenato definitivamente la corsa allo spazio. Il protagonista è l’uomo, il marito, il pilota.

Biglietti a 7 euro, ridotti soci Arci a 6 euro, over 65 e under 18 a 5 euro. Dalla prossima settimana, il 16 settembre, riprenderanno “I lunedì del cinema” allo Spazio Gloria di via Varesina 72. Il primo titolo in programmazione è un altro biopic: “Il traditore” di Marco Bellocchio, incentrato sulla figura di Tommaso Buscetta. Per questo primo appuntamento l’ingresso sarà ridotto a 3 euro.n 
A. Bru.


© RIPRODUZIONE RISERVATA