Daniele Tenca, il “social blues”

All’Unaetrentacinquecirca

Daniele Tenca, il “social blues”   All’Unaetrentacinquecirca

Cantù: stasera concerto del bluesman. Ospite: Heggy Vezzano

Daniele Tenca è un bluesman molto particolare nel panorama italiano e lo dimostrerà una volta di più stasera alle 22 sul palco del club canturino All’Unaetrentacinquecirca di via Papa Giovanni XXIII 7. È un cantautore che utilizza il veicolo delle dodici battute per fare il punto sulla società contemporanea, come era accaduto anche con gli album “Blues for the working class”, che ha anche dato il nome alla sua grintosa band, e “Wake up nation”.

Daniele Tenca

Daniele Tenca

Nelle sue canzoni canzoni si parla di «lavoro nero, precarietà, morti bianche, discriminazioni, della situazione economico – sociale dei nostri giorni, dove la crisi e le difficoltà finanziarie sembrano persino soffocare la rabbia e la necessità di ribellarsi», dice Tenca che, consapevolmente, restituisce al blues quella forte connotazione sociale delle origini.

Lodato da un maestro come Fabio Treves per la sua capacità di scrivere testi credibili e di forte contenuto in una lingua diversa dalla propria, Tenca ha collaborato e collabora con numerosi musicisti. E ora aggiunge un nuovo importante tassello alla sua poetica, scrivendo di una nuova legge, quella dell’amore. Sarà accompagnato dall’ultima versione Blues For The Working Class Band al gran completo con Leo Ghiringhelli (chitarra e cori), A ndrea Caggiari (basso) e Sergio Ratti (batteria) con un ospite davvero speciale, il grande Heggy Vezzano, uno dei musicisti più richiesti d’Italia, alla chitarra.n 
A. Bru.


© RIPRODUZIONE RISERVATA