Celtic Harp Orchestra: al Sociale  la tradizione raddoppia
Fabius Constable, direttore della Celtic Harp Orchestra

Celtic Harp Orchestra: al Sociale

la tradizione raddoppia

Oggi alle 11 e alle 20,30 nel concerto natalizio diventato consuetudine - Ospite internazionale, per la prima volta in Italia, il maestro dell’oud Abdou Ouardi

È ormai una tradizione lieta e consolidata, quella che impegna la Celtic Harp Orchestra in un concerto natalizio che, ancora una volta, raddoppia per andare incontro alle numerose richieste.

Quindi la Sala Bianca del Ridotto del Teatro Sociale apre al pubblico oggi, domenica 22 dicembre, per un matinée stamani alle 11 e, ancora, alle 20.30 per un gala serale (alle 19.30 sarà servito un aperitivo offerto dall’associazione Anagramma).

«La tradizione vuole che al pubblico comasco siano riservate le anticipazioni sulle novità che vedranno la Cho protagonista degli appuntamenti del nuovo anno che si affaccia – anticipa il direttore Fabius Constable – Scommettiamo che nella lista dei regali che vorreste trovare sotto l’albero c’è un soggiorno in qualche calda località da “Mille e una notte”? Per il Natale 2019 vi regaleremo tutto il fascino del Marocco».

Ospite internazionale, direttamente da Casablanca e per la prima volta in Italia, Abdou Ouardi, che si unirà ai musicisti lariani per questi due concerti.

Nato nel 1970 proprio a Casablanca, Ouardi è un maestro dell’oud, il caratteristico liuto di origine persiana e diffuso in tutto il mondo mediorientale e sulla costa nordafricana, ed è professore al Conservatorio nazionale di Musica della città di Safi.

L’editore francese J.J. Rebillard ha pubblicato un suo metodo per lo strumento. Un’altra importante novità di questo 2019 oramai alla fine è l’importantissimo riconoscimento conferito a Constable: Cavaliere dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”.

Sei anni fa, nel 2013, il musicista e compositore comasco, fondatore della Celtic Harp Orchestra, aveva ricevuto la Medaglia di Rappresentanza dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, «per il costante impegno nel rendere la musica un ponte che permette di raggiungere, e sostenere concretamente, chi si trova in necessità anche oltre i confini del proprio territori»”.

Questa onorificenza è arrivata al termine di un anno particolarmente ricco di eventi, con la Cho impegnata in numerosi concerto in Italia e all’estero, in particolare a Mosca, a Madrid e proprio in Marocco.

Inoltre Constable è stato individuato dalle autorità giapponesi fra una rosa di prestigiosi artisti internazionali, come l’artista idoneo a supervisionare e dirigere l’orchestra di arpe nipponica in occasione della prima Giornata nazionale dell’arpa in Giappone istituzionalizzata lo scorso 2 agosto.

Ingresso matinée a 20 euro (intero) e a 15 euro (ridotto); ingresso gala a 30 euro (intero) e a 20 euro (ridotto). I biglietti per i concerti sono prenotabili scrivendo a [email protected]; oppure alla infoline: 375-514.89.00.

Tutte le informazioni per conoscere e seguire le prossime date dei concerti sul sito www.arpaceltica.com.


© RIPRODUZIONE RISERVATA