Valmadrera, Varese Risorse      verso il teleriscaldamento
L’assegnazione dell’appalto per il teleriscaldamento è vicina

Valmadrera, Varese Risorse

verso il teleriscaldamento

Quindici giorni per l’assegnazione. È improbabile che l’azienda , unica partecipante, non venga scelta Società di maggioranza pubblica, eroga energia e gestisce gli impianti di Monza e Varese. È diretta da AcsmAgam

Manca poco alle conclusioni che tirerà la commissione, all’opera per valutare il progetto del teleriscaldamento da alimentare, almeno inizialmente, col calore prodotto dall’inceneritore dei rifiuti.

Coinvolti tre comuni

Se risulterà che ha rispettato i paletti, realizzerà l’impianto “Varese Risorse Spa”: l’unica ad avere presentato un’offerta. Entro i termini della gara europea di parternariato pubblico, si è fatta avanti per costruire e gestire la centrale e la rete nei comuni di Valmadrera, Malgrate e Lecco che, però, è in piena campagna elettorale.

La partita si gioca, dunque, su più tavoli: quello politico del Comune più grosso e quello tecnico, aperto in Silea, della commissione impegnata ormai da qualche settimana a valutare la proposta, progettuale ed economica (a partire da una base d’asta di circa 80 milioni di euro per una concessione di 35 anni). Attorno al tavolo politico ruota il mondo ambientalista, convinto che il teleriscaldamento prolungherà la vita dell’inceneritore

Su quali alternative punta “Varese Risorse” si saprà in un paio di settimane: questo, il tempo stimato per il verdetto della commissione; difficile, però, che non superi l’esame: è, infatti, l’azienda che già eroga energia termica per il riscaldamento attraverso la rete interrata di Varese e Monza: gestisce oltre 500 clienti, tra cui l’Azienda ospedaliera di Varese – così come si ipotizza che la rete alimenterà l’ospedale di Lecco - gli impianti comunali di Monza, il Comune di Varese e la sua Azienda sanitaria locale, condomini e utenze industriali e terziarie.

Lecco vicina

Non è poi così lontana, tuttora, da Lecco. Infatti, è diretta e coordinata da Acsm Agam, la società a maggioranza pubblica nata dalle fusioni per incorporazione di Lario Reti Gas, Acel Service, A2A Idro4, Aevv e Aspem. Nel gruppo Acsm, la Divisione tecnologia ha nel lecchese Vittorio Addis un consigliere di amministrazione; Addis è stato fondatore e, fino al 2017, presidente di “Tecno Habitat Srl”, società di ingegneria coinvolta nella progettazione iniziale del teleriscaldamento e prescelta poi, tra le polemiche, sempre da Silea per definire il modello di ricaduta degli inquinanti emessi dall’inceneritore, base per lo studio sulla salute nella zona, condotta dall’Ats Brianza.

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola domenica 23 febbraio


© RIPRODUZIONE RISERVATA