Valmadrera, Vaccinazioni Covid   per quattro Comuni
Al Fatebenefratelli si adotteranno le stesse procedure delle vaccinazioni antinfluenzali

Valmadrera, Vaccinazioni Covid

per quattro Comuni

Da lunedì le inoculazioni al Centro “Fatebenefratelli” in collaborazione con i medici del “Cuneo”

Interessati anche gli over 80 di Malgrate, Civate e Oliveto Lario con le tre frazioni, protezione civile in campo

Anche qui, stop alle attese per gli ultraottantenni iscritti alla vaccinazione anti Covid: da lunedì, si tagliano i tempi, e il tragitto; le somministrazioni avverranno direttamente nel centro civico “Fatebenefratelli”, offerto dal Comune di Valmadrera.

L’accordo

«L’operazione – conferma il sindaco, Antonio Rusconi – si renderà possibile grazie all’accordo raggiunto con i medici di base. Il bacino di riferimento include Civate, Malgrate e, per Oliveto Lario con le sue frazioni ». Sono interessati 950 grandi anziani a Valmadrera, 392 a Malgrate e 260 a Civate, oltre un centinaio appunto alle frazioni di Oliveto. Così come a Mandello, Abbadia, Lierna, Perledo, Esino e Varenna, anche qui gli amministratori locali prendono in mano la situazione. «Constatando la difficoltà dell’ospedale di Lecco a vaccinare gli ultraottantenni – conferma Rusconi – abbiamo deciso di aderire alle iniziative di Ats a livello sovraccomunale offrendo immediatamente il nostro supporto per organizzare la prima campagna vaccinale e dare pertanto una risposta concreta». A Valmadrera ha detto sì il centro medico “Cuneo” di via XXV Aprile, i cui pazienti verranno quindi contattati in queste stesse ore; in fase organizzativa sono anche i dottori che ricevono nel polo comunale di via Casnedi. «Nella sostanza – riferisce Rusconi – verrà riproposto lo stesso modello collaudato con successo nella campagna di vaccinazione antinfluenzale dello scorso autunno, quando tutto si svolse con fluidità, col giusto distanziamento, nella massima tranquillità e con un’encomiabile assistenza grazie al coinvolgimento di generosi e attenti volontari. Il luogo sarà, appunto, l’auditorium del “Fatebenefratelli”, che avevamo segnalato sin dall’inizio alle autorità, offrendone la disponibilità per questo importantissimo (direi, vitale) servizio: dalle 8.30 alle 12.30, in giornate diverse, su appuntamento».

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola mercoledì 10 marzo


© RIPRODUZIONE RISERVATA