Valmadrera, riaperta l’edicola in piazza  «La gente vuole informarsi»
Geni Luzi ha rilevato l’edicola con la moglie Hyska Nxhi (Foto by foto menegazzo)

Valmadrera, riaperta l’edicola in piazza

«La gente vuole informarsi»

Hyska Nxhi e Geni Luzisono già titolari ad Abbadiadi una rivendita di giornali«Qui la gente è vivace»

Ha riaperto l’edicola di piazza Monsignor Citterio, dove il precedente titolare aveva recentemente cessato l’attività, andando in pensione.

A decidere di subentrare è Hyska Nxhi, di origine albanese, residente a Lecco. Da lunedì, quindi, il centralissimo chiosco è tornato il fulcro dei capannelli e delle conversazioni attorno alle notizie del giorno. Hyska Nxhi è già titolare del chiosco di Abbadia Lariana da poche settimane con il marito Geni Luzi: là e a Valmadrera i coniugi si alterneranno tra i due punti vendita. L’edicola di piazza Monsignor Citterio a Valmadrera permetterà ai tanti abitanti e lettori del centro e di Parè di risparmiarsi un po’ di strada e non dover più raggiungere la frazione di Caserta per comperare quotidiani e periodici.

«Vivendo a Lecco e avendo già una edicola ad Abbadia - dice la coppia - abbiamo notato subito la differenza. Valmadrera assomiglia molto a Lecco: cioè, la piazza è viva, c’è gente; chi passeggia, chi va nei numerosi bar e servizi, o in chiesa e nei negozi. Per questo ci è piaciuto e l’abbiamo scelta». Secondo Hyska Nxhi, peraltro «non è affatto vero che la lettura è in calo, come si sente continuamente dire e che ormai è tutto su Internet: noi riscontriamo grande attenzione per l’informazione e notiamo anche il ritorno progressivamente di chi in effetti, in un primo tempo, aveva scelto il Web. Ora, invece, sono in aumento anche gli acquirenti dei libri, oltre che di riviste e quotidiani, perché dicono che leggere sul tablet, alla lunga, è stancante. Noi ci crediamo, in generale e a Valmadrera in particolare - concludono Geni Luzi e la moglie - Infatti, abbiamo investito e avviato le due attività e soprattutto qui a Valmadrera siamo contenti di questa piazza e del la gente molto attenta e curiosa»P.Zuc..


© RIPRODUZIONE RISERVATA