Valmadrera, Parco di via Leopardi  I coscritti del 1960 acquistano gli alberi
Il grande prato di via Leopardi da trasformare

Valmadrera, Parco di via Leopardi

I coscritti del 1960 acquistano gli alberi

Lo spazio verde è in carico a Silea

ma i cittadini contribuiranno con la donazione di piante

La società invece realizzerà un parcheggio sul prato

Tutti per il parco di via Leopardi: 250mila euro per realizzare la nuova opera proverranno da Silea; a donare gli alberi saranno però anche i coscritti del 1960.

«A causa del Covid, non potremo organizzare la cena per l’importante anniversario, quindi – annunciano – cercheremo di legarlo a qualcos’altro che lasci il segno: donare alberi alla nostra città».

Le quote

Sono previste quote di 10 euro, da acquistare entro il prossimo dicembre ogni giovedì, dalle 20 alle 21.30 nella casetta degli “Amici di Paré; tra i referenti c’è proprio il presidente dell’associazione che ha sede nella baita, Renato Colombo.

«La singolare iniziativa viene lanciata da questo gruppo di cittadini – osserva il sindaco, Antonio Rusconi – e l’accogliamo con grande favore; naturalmente, l’auspicio è che la classe 1960 possa essere d’esempio per altre iniziative, da parte di cittadini e associazioni o gruppi, appunto anche informali. È un segno importante di sensibilità, tanto più in un momento di grande difficoltà, in cui l’unità e il fare comunità sono valori quanto mai preziosi».

Quanto a Silea, realizzerà il primo lotto del parco trasformando il grande prato comunale, coi relativi parcheggi. È parte della compensazione ambientale prevista nella nuova convenzione illustrata l’altra sera dal sindaco, Antonio Rusconi, alla commissione per il Territorio. «Il parco sarà realizzato nel rispetto del progetto esecutivo validato dal Comune, che poi prenderà in carico l’opera, con l’impegno di verificare se ci sarà la convenienza per affidare poi sempre a Silea la manutenzione».

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola mercoledì 11 novembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA