Valmadrera, la piscina   torna verso Villa d’Este
La vasca rimessa in acqua ha ripreso a navigare alla volta di Cernobbio

Valmadrera, la piscina

torna verso Villa d’Este

La vasca galleggiante del grand hotel

ha preso il largo ieri e oggi approderà a Cernobbio

La piscina galleggiante del “Villa d’Este”, che ha svernato sul pratone di Paré, ha preso il largo ieri sera: è stata varata con l’imponente impiego di gru, così come già era stata portata in secca lo scorso novembre, quando era arrivata sospinta da un rimorchiatore, direttamente dal celeberrimo albergo di Cernobbio, emblema del lusso e del quale è una rinomata peculiarità.

Il viaggio di ritorno da costa a costa è stato intrapreso durante questa notte. A Valmadrera, l’amministrazione comunale aveva detto sì, lo scorso settembre, ad accoglierla, non riscontrando incompatibilità coi lavori, da 750mila euro, anch’essi in corso sul “pratone” per dotarlo di altri parcheggi e trasformarlo in parco urbano.

Il termine che il Comune aveva fissato con la società “Villa d’Este” per liberare il pratone era il 2 marzo: l’area liberata ieri era stata concessa per 120 giorni «in un periodo nel quale – ribadisce Rusconi - il pratone è poco frequentato, considerato anche che, nell’orario invernale della Navigazione Lago di Como, non sono previsti attracchi del battello al pontile di Parè».

Tutti i particolari su “La Provincia di Lecco” del 20 febbraio


© RIPRODUZIONE RISERVATA