Valmadrera. Bimbi, si può giocare  Scivoli e altalene a nuovo
Lo scivolo danneggiato

Valmadrera. Bimbi, si può giocare

Scivoli e altalene a nuovo

Vandali e usura del tempo hanno contribuito a rendere in parte inutilizzabile il parchetto

I bambini del rione San Dionigi potranno tornare a giocare nel parchetto, che vandali e usura del tempo hanno contribuito a rendere in parte inutilizzabile. Inoltre il Comune sta per intraprendere la sistemazione di altri giochi in legno, nel giardino pubblico di via Casnedi e nel pratone a lago, in località Paré.

«Stiamo per intervenire con una manutenzione, ordinaria e straordinaria ma – avverte il sindaco, Antonio Rusconi – siamo sempre alle solite: senza senso civico, l’amministrazione comunale si adopera per garantire la costante attenzione sulle strutture e, però, il risultato è una rincorsa continua a riparare i danneggiamenti e le conseguenze dell’inciviltà. Affinché le riparazioni siano durature, occorre che i cittadini si prendano a cuore i parchi e ogni altra zona della città; gli arredi e i giochi devono poter essere installati senza timore di vederli, prima o poi, rovinati dall’incuria o con gesti deliberat. Oltre al principio – per Rusconi – è una questione di soldi, sottratti ad altri servizi e lavori». Per le prossime manutenzioni se ne andranno circa 6mila euro (tra lavori e Iva: lavori affidati alla ditta “Stebo Ambiente Srl” di Gargazzone, in provincia di Bolzano).

Nel rione San Dionigi, il giardinetto di via San Francesco verrà risistemato rendendo nuovamente utilizzabili scivolo e altalene, attualmente inservibili: ciò, secondo l’amministrazione comunale «proprio a seguito di danneggiamenti: le catene delle altalene non si avvolgono su se stesse da sole; i pioli della scaletta si presentano forzati dal peso di qualcuno molto più robusto dei bambini ai quali lo scivolo è destinato, se non scardinati di proposito. Per giunta – evidenzia Rusconi – il parchetto è al centro di un contesto residenziale, pertanto a servizio di questa precisa zona della città; vorrei che anche gli abitanti lo prendessero più a cuore».

Le risorse messe a disposizione del Comune per la manutenzione ordinaria dei parchi cittadini ammontano mediamente a circa 14mila euro l’anno: recentemente, erano stati inoltre destinati ulteriori 27mila euro all’ampliamento del giardino di via Casnedi con la creazione dell’area destinata all’installazione di giochi inclusivi, fruibili anche da parte dei bambini diversamente abili: a questo scopo l’amministrazione comunale aveva partecipato, nei mesi scorsi, a un bando regionale, ottenendo 25mila euro e integrando la differenza con le proprie risorse.


© RIPRODUZIONE RISERVATA