Valmadrera, anfiteatro, gioco e sport
Ecco il parco che nasce grazie ai rifiuti

Lunedì al Fatebenefratelli la presentazione del progetto dello spazio verde Il costo di 250mila euro è a carico di Silea come corrispettivo del termovalorizzatore in città

Valmadrera, anfiteatro, gioco e sport Ecco il parco che nasce grazie ai rifiuti
Il rendering del progetto di parco urbano

Ecco il nuovo parco urbano che ridisegnerà il prato - oggi del tutto inutilizzato - davanti alle scuole, tra via Leopardi e via Borromeo.

L’anfiteatro all’aperto - che verrà a trovarsi, quindi, nel pieno centro della città - è il pezzo forte, ma il progetto include vari luoghi di incontro e percorsi. La presentazione avverrà nell’auditorium del centro Fatebenefratelli lunedì, 24 gennaio, alle 18.

La realizzazione

«La realizzazione - precisa il sindaco, Antonio Rusconi - è prevista in collaborazione con la società intercomunale Silea. La spesa per il primo lotto sarà 250mila euro, a carico di Silea in quanto corrispettivo del contributo ambientale relativo alla presenza del termovalorizzatore sul territorio di Valmadrera, e calcolato fino al 2025. I primi lavori - annuncia Rusconi - avverranno nel 2022. La principale struttura sarà l’anfiteatro, attraverso la valorizzazione delle naturali pendenze». La superficie totale è di 18.000 metri quadrati: peraltro, proprio sulla strada per San Tomaso, tra le mete preferite dai camminatori, ma finora costretti ad aggirare il vasto prato provenendo o scendendo verso i parcheggi del centro: poi, il parco diverrà invece una sorta di cerniera che dovrebbe incentivare un maggiore utilizzo proprio delle aree di sosta a valle.

«Ora - conferma Rusconi - la trasformazione in parco pubblico è stata progettata a livello preliminare e riguarda la sistemazione del verde e l’arredo secondo una visione complessiva, funzionale e armonica. Desideriamo una vocazione aggregativa e di promozione culturale: l’anfiteatro permetterà rappresentazioni proposte dal Comune così come dalla scuola e dall’associazionismo. Ciò consentirà, nel contempo, l’animazione, anche serale e nei giorni prefestivi o festivi del parco, rendendolo punto di riferimento».

Lavoro e studio

Sarà inoltre il luogo per i bambini all’uscita dalle scuole quindi, nei giorni feriali, coi genitori e i nonni, o per la pausa pranzo di chi lavora: «Il parco - preannuncia Rusconi - sarà dotato di WiFi gratuito, per lavorare e studiare. Naturalmente, tutte queste funzioni - osserva - sono ancora più significative oggi, in pandemia, per la propensione alle attività all’aperto e allo smart working. Il bando per la realizzazione verrà pubblicato da Silea, ma nel rispetto del progetto esecutivo validato dal Comune, che poi prenderà in carico l’opera, verificando se ci sarà la convenienza per affidarne a Silea la manutenzione. Una delle critiche storiche dell’opposizione - aggiunge - era che i proventi di Silea non venissero finora impiegati per specifici fini ambientali: ora, abbiamo chiaramente individuato il parco, oltre al ristoro economico che continuerà a essere conteggiato sui quantitativi di rifiuti trattati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA