Valmadrera: «Addio Andrea  Il tuo esempio rimarrà»
In tanti ieri all’ultimo saluto ad Andrea Rusconi, morto domenica a 45 anni per un malore

Valmadrera: «Addio Andrea

Il tuo esempio rimarrà»

Oggi l’ultimo saluto al papà morto per un malore a 45 anni, lascia due figli già orfani della mamma - Il ricordo di un’amica di Ballabio: «Non ti preoccupare per Riccardo e Federico, ci penserà tuo fratello a crescerli»

«Tacere e pregare: nelle situazioni estreme, come ci ha insegnato il cardinal Martini, non si può fare altro; e questa è una delle circostanze un cui discutere tra noi è inutile».

Così ieri il parroco di Ballabio, don Benvenuto Riva, presiedendo a Valmadrera il funerale del 45enne Andrea Rusconi - residente in Valsassina, padre di due figlioletti e già vedovo dal 2018 - ha preferito affidarsi ai Salmi. «L’idea iniziale - ha spiegato ai fedeli - era di selezionarne alcuni, distribuire i foglietti, poi sedermi con voi a leggerli in silenzio, per cinque o dieci minuti. Le norme anti Covid non consentono però il passaggio di carte».

Dunque, le frasi sono state deposte in fondo alla chiesa, per ritirarle all’uscita, e lette ad alta voce dal pulpito, a coloro - tra cui i sindaci delle due comunità in lutto, Antonio Rusconi e Giovanni Bruno Bussola - che erano in chiesa così come ai tanti altri rimasti all’esterno della chiesa parrocchiale a causa del distanziamento. «Stare» è il verbo usato e sottolineato da don Benvenuto: «Stavano, Maria e le donne, sotto la Croce; anche noi, oggi, qui, stiamo: vicino ad Andrea e anche ai genitori Silvana e Roberto, al fratello Stefano, a tutta la famiglia, pregando Maria che ci dia la stessa sua forza di quel giorno per riuscire a far sentire ai piccoli Riccardo e Federico tutta la nostra vicinanza e l’affetto».

Una pagina su La Provincia di Lecco in edicola domani, 14 maggio


© RIPRODUZIONE RISERVATA