«Un autovelox sulla Lariana? È inutile»  Oliveto punta 20mila euro sui telelaser
La Lariana nei weekend estivi è percorsa da seimila veicoli al giorno

«Un autovelox sulla Lariana? È inutile»

Oliveto punta 20mila euro sui telelaser

Da Natale il nuovo apparecchio che misura le velocità e controlla le cinture

«Autovelox sulla Lariana? No, è inutile; meglio il telelaser».

Questa la posizione di Oliveto espressa per bocca del vicesindaco Paolo Negr i dopo che nei giorni scorsi Riccardo Fasoli, sindaco di Mandello, aveva annunciato la volontà di affidare ad un’azienda specializzata lo studio sul piano del traffico per quantificare il passaggio dei mezzi lungo la Lariana nelle varie fasce d’orario, e la velocità alla quale transitano.

Studio da presentare poi in Prefettura per ottenere il via libera al posizionamento di un autovelox nel tratto del rettilineo all’altezza del Nautilus, già teatro di numerosi sinistri.

«In media, sul tratto di Lariana che attraversa Oliveto, tra Onno, Vassena e Limonta, in un sabato o in una domenica estiva transitano attorno ai seimila veicoli - è il conto di Negri - L’autovelox legge solo la velocità, mentre il telelaser controlla anche se le cinture sono allacciate, se l’auto è assicurata e se è in regola con la revisione. Quest’estate abbiamo utilizzato i telelaser avuti in prestito da alcuni Comuni del Comasco e del Milanese nell’ambito della collaborazione con alcuni agenti di polizia locale esterni che svolgono servizio da noi. A Natale dovrebbe arrivare l’apparecchio che abbiamo deciso di acquistare».

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA