Tutti al cinema, ma con il cappotto  Il parroco rassicura: «Disguido risolto»
Uno scorcio della platea del cineteatro parrocchiale

Tutti al cinema, ma con il cappotto

Il parroco rassicura: «Disguido risolto»

Valmadrera: lamentele per il clima del cineteatro Artesfera durante le festività natalizie - Don Isidoro: «Abbiamo sostituito la caldaia, si è verificato un problema di calibrazione»

Sono in via di risoluzione i problemi di riscaldamento del cineteatro parrocchiale “Artesfera” dove, durante le proiezioni del periodo natalizio – particolarmente frequentate dalle famiglie – adulti e piccini hanno dovuto assistere agli spettacoli con sciarpe e cappotti, patendo freddo e, in seguito, dando sfogo alle inevitabili lamentele.

Il nuovo parroco, don Isidoro Crepaldi, rende però noto: «Nell’autunno scorso si è provveduto alla sostituzione della vecchia caldaia a gasolio con una nuova a metano. Per quest’ultimo intervento, particolarmente complesso dal punto di vista tecnico, è stato necessario un periodo di tempo di alcune settimane, per la messa a punto e la calibrazione dell’impianto stesso. Alcuni episodi di scarsa climatizzazione sono stati causati da questa situazione contingente. Le problematiche tecniche emerse sono state ora risolte in maniera definitiva – assicura la parrocchia - a seguito degli ultimi interventi del personale qualificato. Ci scusiamo per i disagi sofferti dal pubblico. “Artesfera” è una realtà pensata e voluta da don Adelio Brambilla, parroco uscente di Valmadrera, sin dall’inizio del suo insediamento, nel 2014, con lo scopo di riaprire e rendere nuovamente fruibile da parte della comunità uno spazio da dedicare alla cultura ed all’aggregazione sociale con, in prospettiva, l’idea di riattivare anche le salette più piccole per eventi ed incontri culturali. Il primo intervento, risalente a pochi anni fa, è consistito nel passaggio alla proiezione in digitale con audio Dolby Digital».

Tutti i particolari su “La Provincia di Lecco” in edicola mercoledì 9 gennaio


© RIPRODUZIONE RISERVATA