Troppi clienti fuori e dentro al ristorante  I carabinieri lo fanno sgomberare
Nessun provvedimento ai clienti ma probabile multa al titolare

Troppi clienti fuori e dentro al ristorante

I carabinieri lo fanno sgomberare

CalolziocorteNon è passato inosservato ieri l’assembramento davanti al “Golden Village” . I militari sono entrati e hanno invitato il titolare a liberare la sala, probabile sanzione

Troppi clienti fuori ma soprattutto dentro il locale, e i carabinieri hanno fatto sgomberare metà ristorante

Rischio assembramento, questa la motivazione dei controlli effettuati ieri, sabato, dai Carabinieri della stazione locale, all’interno del ristorante Golden Village di via Giuseppe Mazzini, proprio a due passi dalla caserma, come confermato dal comando provinciale dei Carabinieri.

La zona gialla

La zona gialla e la giornata di freddo intenso, hanno invogliato probabilmente tante persone a scegliere il noto ristorante di sushi per il pranzo. Sembra che ci fossero infatti tante persone in attesa di entrare per pranzo, ma che ce ne fossero molti già seduti ai tavoli. Forse troppi per le dimensioni del locale, considerate le disposizioni ministeriali anti contagio Covid-19 che impongono una riduzione netta dei posti a sedere, per garantire il distanziamento fisico. Un “affollamento” che non è passato inosservato ai militari che nel primo pomeriggio hanno infatti avviato i controlli all’interno e nella cucina.

Evidentemente è emerso che seduti ai tavoli ci fossero più persone rispetto al numero consentito, calcolato in base alla metratura. Per questo, i militari hanno chiesto al titolare e al personale di sale di far sgomberare ordinatamente metà dei presenti e così i camerieri hanno dovuto girare tra i tavoli per chiedere gentilmente a chi aveva quasi finito, di alzarsi. Una richiesta che non ha fatto piacere a chi ha dovuto affrettarsi fuori, ma che è stata completata senza disordini, adempiendo alle richieste dei militari. Non è escluso che il titolare riceverà una sanzione, sono in corso infatti gli accertamenti e quindi possibili provvedimenti potrebbero arrivare nei prossimi giorni.

Nessuna risposta

Abbiamo provato a contattare la proprietà, ma non abbiamo ricevuto risposta.

Durante la zona rossa, sono stati diversi i locali sanzionati e chiusi dalle forze dell’ordine, nessuno però a Calolzio: ben due nella vicina Olginate e uno a Valgreghentino. Locali che si sono visti sanzionare dalla Polizia locale con un’ammenda di 400 euro, cinque giorni di chiusura. Sanzioni elevate anche ai clienti che in quelle situazioni erano stati trovati a consumare all’interno, e non ad asporto.

Nei controlli di ieri invece, al ristorante di Calolzio, non sembra che siano stati presi provvedimenti nei confronti dei clienti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA