Teleriscaldamento, nuovo passo avanti  Solo Santa Maria Hoè si schiera contro
L’imponente impianto di Silea a Valmadrera

Teleriscaldamento, nuovo passo avanti

Solo Santa Maria Hoè si schiera contro

Su 66 Comuni presenti, 44 hanno approvato l’atto di indirizzo, 21 gli astenuti

Ieri sera, 44 Comuni sui 66 presenti nell’assemblea di Silea hanno approvato l’atto di indirizzo da affidare al Consiglio d’amministrazione della società stessa, affinché lo negozi con “Varese Risorse”, ovvero la società unica concorrente in gara per realizzare e gestire il teleriscaldamento, collegato fino a 2032 all’inceneritore di Silea e poi, nelle previsioni, alimentato con altre fonti, non fossili.

Alla conta di ieri, 21 Comuni hanno riconfermato le proprie perplessità, astenendosi; mentre uno solo, cioè Santa Maria Hoè, ha votato contro.

Col 74,88% del capitale sociale (sull’88,14% rappresentato dai soci presenti) è, dunque, passata la linea sostenuta da Comuni come, anzitutto, Lecco. I sindaci astenuti detenevano il 17,04% delle quote in tutto (e lo 0,85% il solo Comune contrario).

Il Cda tornerà comunque in assemblea per riferire sull’esito del negoziato, al termine del quale si deciderà se sussistano le condizioni per assegnare a “Varese Risorse” l’appalto.

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA