Spaccio in centro, arrestato ed espulso
I carabinieri con la droga e le banconote sequestrate al giovane arrestato

Spaccio in centro, arrestato ed espulso

CalolziocorteGiovane di origine albanese fermato in via Dante

Altro stupefacente già pronto per lo smercio trovato a casa sua

Spacciava in pieno centro, pure di giorno, ma per Vladimir Ferati, 23 anni, cittadino albanese residente in città, sono scattate le manette e l’espulsione dal territorio italiano.

Un nuovo arresto per droga, il terzo in poche settimane solo a Calolzio. Un nuovo presunto spacciatore tolto dalle strade della città.

L’attività di spaccio avveniva in pieno centro, concentrata in corso Dante, vicino a zone ad elevato passaggio per la presenza di servizi pubblici e attività commerciali. Sabato pomeriggio, a conclusione di una mirata attività antidroga, i carabinieri della stazione di Calolzio hanno arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Vladimir Ferati, incensurato, irregolare sul territorio nazionale, di fatto domiciliato in città. Il giovane è stato sorpreso mentre cedeva tre dosi di cocaina a un galbiatese di 40 anni.

Ferati è stato subito perquisito e addosso gli sono stati trovati 5 grammi sempre di cocaina, già suddivisi in dosi, oltre a 145 euro in contanti, verosimilmente provento dell’attività di spaccio. I militari hanno approfondito i controlli, perquisendo l’abitazione che si trova proprio in corso Dante, e qui sono stati scoperti altri 20 grammi di cocaina già suddivisa e pronta in dosi termosaldate. Ma sono stati trovati anche 2 mila 156 euro in contanti.

Nella mattinata di ieri Vladimir Ferati è stato portato in tribunale di Lecco per il giudizio direttissimo. Alla fine del dibattimento, il giudice ne ha convalidato l’arresto, emettendo una condanna a un anno e due mesi di reclusione. Ha firmato poi il nulla osta perchè venisse immediatamente espulso dal territorio nazionale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA