Spacciatore seriale  inseguito e arrestato
I Carabinieri di Lecco hanno condotto l’operazione

Spacciatore seriale

inseguito e arrestato

Scene da Far West tra Vercurago e Lecco: finisce in carcere uomo di 23 anni

che di recente era già stato allontanato per la stessa fattispecie di reato

Un inseguimento adrenalinico da Vercurago fino a Lecco e un presunto spacciatore che fugge in sella a una moto, braccato dai Carabinieri. È così, nella tarda serata di martedì davanti a tanti lecchesi affacciati ai balconi e scesi in strada attirati dalle sirene della pattuglia, con le manette ai suoi polsi, la fuga di Hanin Hamza, 23 anni, cittadino algerino, irregolare sul territorio, già noto alle Forze di Polizia e che solo un mese fa era stato allontanato dalla Polizia intercomunale di Olginate e Valgreghentino per i suoi traffici sospetti, vicino al parco giochi della frazione di Villa San Carlo.

L’episodio come detto ha avuto inizio nella tarda serata di martedì, quando i Carabinieri della sezione Radiomobile della Compagnia di Lecco, impegnati in attività di controllo del territorio, hanno intercettato, nel territorio di Vercurago un motociclo.

Alla vista dei militari, il cui conducente si è subito dato alla fuga. La reazione della pattuglia non si è fatta attendere. Gli uomini del Radiomobile si sono lanciati all’inseguimento da Vergurago fino a Lecco. Infatti la moto in fuga è stata raggiunta e fermata in via Tonio da Belledo di Lecco provvedendo all’arresto di Hanin Hamza. Il giovane, alle verifiche dei Carabinieri, è stato trovato in possesso di 4,3 grammi di cocaina già suddivisa in dosi. Nel complesso la vicenda ha destato parecchia attenzione e indubbia curiosità. Una scena da film a cui hanno assistito tanti cittadini che sono stati attirati fuori dalle loro abitazioni o si sono messi alle finestre per capire cosa stesse succedendo, a fronte delle sirene e dei veicoli che procedevano a tutta velocità.

Ieri mattina poi, il giovane algerino è stato portato al Tribunale di Lecco per il giudizio direttissimo. Il giudice ha convalidato l’arresto e ne ha disposto la custodia cautelare in carcere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA