Sosta più facile per le mamme  Raddoppiano i parcheggi all’asilo
L’inaugurazione del nuovo parcheggio

Sosta più facile per le mamme

Raddoppiano i parcheggi all’asilo

L’area davanti alla materna e al nido di Parè passa da venti a 47 posti

Di giorno sarà possibile fermarsi al massimo due ore: «Non sono per i residenti»

Da una ventina di spazi, disordinati e indistinti su un’area sterrata, a 47 posti auto pavimentati, delimitati da siepe e vegetazione, illuminati a led e – nella parte centrale – riparati da pensiline, pensate soprattutto per il sole a picco: è il risultato dell’investimento da 175mila euro, fatto dal Comune sul terreno di via Bovara vicino all’asilo nido e alla scuola materna di Paré, i cui piccoli alunni hanno partecipato ieri al taglio del nastro.

Ora, che il posteggio c’è, si tratta di non tornare alla sosta selvaggia che ha caratterizzato la zona finora. «È prevista una revisione globale, nella frazione - preannuncia il sindaco, Antonio Rusconi – Con la fine delle opere di sistemazione del “pratone”, prevista per maggio, si aprirà il discorso, da condividere anche coi residenti, se estendere il disco orario ovunque o se tornare ai parcometri e, nel caso, quanti».

Intanto, si comincia proprio da via Bovara, dove le auto potranno fermarsi per due ore al massimo, nella fascia tra le 8 e le 20. Dunque, il nuovo piazzale attrezzato non sarà «la succursale del box delle abitazioni»; la novità del disco bi-orario renderà impossibile questo utilizzo, almeno di giorno.

«I residenti – dice il sindaco – potranno servirsene quando rientreranno dal lavoro, fino all’indomani mattina; nel corso della giornata, il parcheggio non è l’alternativa al box, per chi ce l’ha e si trova più comodo a non usarlo, né è il luogo dove lasciare la macchina tutto il giorno, o per più giorni, da parte di chi non ha il garage o possiede più di un’auto. Inoltre – rincara Rusconi – lo spiazzo non potrà essere occupato in pianta stabile dalle insegnanti, che dovranno lasciare la propria macchina a una certa distanza: questa nuova opera pubblica ha l’obiettivo di riportare ordine e condizioni di sicurezza anzitutto per i bambini. L’ampliamento e la pavimentazione costituiscono un investimento di risorse pubbliche finalizzato a offrire un servizio»: anzitutto, a chi accompagna o preleva i figli dall’asilo; trattandosi di bimbi molto piccoli, la priorità è di assicurare la rotazione delle auto, affinché i genitori trovino posto in questo spazio delimitato lontano dalla strada e dal traffico.

Un altro obiettivo è soddisfare le necessità di chi frequenta le attività commerciali di Paré: per Rusconi «due ore sono un tempo adeguato per chi sceglie i locali del lungolago per il pranzo o ci va per la passeggiata». Ieri, inaugurando la nuova area di sosta, il sindaco ha ribadito: «Andiamo a rispondere alle esigenze della comunità e, in particolare, a quelle relative al turismo e alla scuola, due ambiti fondamentali per Valmadrera».


© RIPRODUZIONE RISERVATA