«Si deve fare di più per questa città»  Monteleone, spallata alla maggioranza
Da sinistra, Roberto Monteleone, Luca Valsecchi e il sindaco Cesare Valsecchi

«Si deve fare di più per questa città»

Monteleone, spallata alla maggioranza

A Calolziocorte il capogruppo investito di un assessorato poi subito tolto, è un fiume in piena. «Io a caccia di poltrone? Mai chieste, a tenerle è qualcun altro e certo non a titolo gratuito»

Sprofondo rosso a Calolzio: la maggioranza di centrosinistra è sempre più frammentata e i numeri appaiono sempre più risicati, perché dopo aver estromesso i due consiglieri della Casa delle sinistre e aver iniziato a fare i conti con la contrapposizione dell’ex assessore Valentino Mainetti, ora si trova a dover gestire un’altra grana.

È quella relativa al capogruppo Roberto Monteleone, che dal momento del suo assessorato-lampo (nominato nell’esecutivo dal sindaco Cesare Valsecchi ma revocato dopo solo tre giorni a causa dell’ostracismo di altri membri della giunta) ha preso sempre più le distanze dall’amministrazione, fino a esplicitare tutto il proprio malcontento nei confronti di un gruppo del quale non si sente più parte, «che non sta facendo quanto dovrebbe per la città».

In questi ultimi giorni ha preso corpo, tra l’altro, la voce che Monteleone, che riveste anche gli incarichi di coordinatore calolziese Dem e di assessore in Comunità montana, stia pressando il partito per potersi sedere sulla poltrona di presidente del Parco Adda Nord, attualmente vacante.

Una vicenda che il diretto interessato smentisce categoricamente: «non ho mai chiesto nessuna carica a nessuno e sfido chiunque a sostenere il contrario».

«Le poltrone, nell’amministrazione calolziese, le detiene qualcun altro e certo non a titolo gratuito».

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola domenica 16 ottobre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA