Scuola, Galbiate chiede aiuto a Pescate
«Via da Lecco, uniamo i comprensivi»

Iscrizioni Sindaco e assessore propongono al dirigente scolastico di ridefinire “i confini” Il Comune limitrofo porterebbe in dote e elementare e media per mantenere l’autonomia

Scuola, Galbiate chiede aiuto a Pescate «Via da Lecco, uniamo i comprensivi»
I numeri degli alunni della scuola elementare di Galbiate sono risicati

L’istituto comprensivo scolastico perde quota, ma una mano può arrivare da Pescate: «Stiamo lavorando sulle procedure per vedere di concretizzare l’obiettivo» conferma il sindaco di Pescate, Dante De Capitani . Per Pescate si tratterebbe di fuoriuscire dall’Istituto comprensivo “Lecco 1” per entrare in una realtà al di qua del ponte, più vicina e omogenea. Ne è convinto il sindaco di Galbiate, Giovanni Montanell i:

I numeri

«Per Pescate, l’autonomia è un dato di grande importanza e, infatti, l’amministrazione De Capitani si è spesa enormemente per fare risalire le proprie iscrizioni. Anche all’interno del nostro istituto, la libertà di azione del Comune di Pescate sarebbe una prerogativa, spesa per l’arricchimento dell’offerta di tutto il nostro territorio». Pescate porterebbe all’istituto comprensivo di Galbiate, dove confluirebbe, una scuola primaria e una media la cui nuova classe prima si comporrà (le iscrizioni si sono appena chiuse) di 28 alunni; anche Galbiate ha la scuola media, ma le classi sono in calo: a fronte di due nuove prime in entrata, saranno quattro le attuali terze che usciranno a giugno. A Pescate c’è poi anche la scuola elementare, con una nuova classe prima da 19 bambini. Anche a Galbiate, da settembre, la prima sarà solo una, ma folta, composta da almeno 27 alunni; inoltre, Galbiate ha una primaria a Sala al Barro, con 17 iscritti che scongiurano i timori di chiusura ventilati negli ultimi anni, mentre da settembre chiuderà definitivamente la primaria di Villa Vergano. All’istituto comprensivo di Galbiate fa già capo anche l’elementare di Colle (la nuova prima sarà di 18 alunni).

Tutti i particolari su La Provincia di Lecco in edicola martedì 15 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA