Saltano le vaccinazioni  Preoccupazione a Erve
Desolazione e incertezza a Erve, paese che si sente abbandonato

Saltano le vaccinazioni

Preoccupazione a Erve

I medici hanno dovuto disdire gli appuntamenti

E il sindaco tuona: «Siamo l’ultima ruota del carro»

Non arrivano i vaccini, salta la campagna antinfluenzale rivolta ai cittadini over 65 anni. Rimandata a data da destinarsi perché non si sa quando i vaccini ordinati arriveranno. È furioso, Giancarlo Valsecchi sindaco di Erve per il disservizio che sta patendo una buona fetta della popolazione del piccolo comune. Furioso ma anche preoccupato, perché in questo modo gli anziani del paese sono esposti all’influenza.

Come spiega il primo cittadino: «A inizio settimana era prevista la prima giornata di vaccinazione concordata con la dottoressa Elisa Di Gennaro». Per questo scopo era stato messo a disposizione il salone dell’oratorio.

«I vaccini non sono arrivati ed è stato necessario contattare tutti gli assistiti per disdire l’appuntamento. E così ha dovuto fare anche il dottor Enrico Sala». Il sindaco è indignato e preoccupato. «È assurdo che si verifichi una situazione del genere dopo che si è insistito affinché gli over 65 si vaccinazione. Non si sa nemmeno quando arrivano. Intanto i giorni passano, serve tempo per organizzare il servizio e gli anziani sono esposti».

E porta l’attenzione sulla disparità nelle forniture delle dosi di vaccino, che hanno alimentato ulteriori tensioni: «Alcuni comuni sono riusciti ad averli e tanti altri sono rimasti senza. Non è tollerabile. Noi siamo l’ultima ruota del carro e siamo stanchi di subire disagi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA