Rogo in condominio a Malgrate  L’anziana resta in prognosi riservata
Malgrate - I soccorsi dopo l’incendio

Rogo in condominio a Malgrate

L’anziana resta in prognosi riservata

Piera Spreafico, 79 anni, ricoverata a Genova

Il marito di 82 anni è al Niguarda di Milano

La prognosi è riservata per Piera Spreafico, la 79enne dal cui appartamento, nella tarda mattinata dell’Epifania, si è sprigionato il fuoco che ha terrorizzato l’intero “Condominio San Francesco” di via Monsignor Polvara.

È stata trasferita all’ospedale “Villa Scassi” di Sampierdarena, vicino a Genova: si tratta di una struttura specializzata in ossigenazione iperbarica; il trattamento si è reso necessario per tentare di contrastare gli effetti dell’avvelenamento da monossido di carbonio e le ustioni.

Le condizioni della donna sono molto serie: risultano pesantemente intaccate le vie respiratorie; il trasferimento è avvenuto al “Villa Scassi” dall’ospedale comasco Sant’Anna, dove l’altra mattina Piera Spreafico era stata elitrasportata e dove le erano stati prestati i primi soccorsi. Il marito Giacomo Ceruti, 82 anni, si trova invece ricoverato al Niguarda di Milano: le sue condizioni appaiono meno gravi rispetto a quelle della moglie.

Sul giornale in edicola l’articolo completo e l’approfondimento con le indagini sulle cause del rogo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA