Protezione civile, 250 volontari alla mega esercitazione
Il presidente della Provincia Usuelli (a destra) con accanto Michele Motta

Protezione civile, 250 volontari
alla mega esercitazione

Simulate svariate criticità su tutto il territorio lecchese - Il campo base allestito a Sala al Barro

L’idea è nata dall’ondata di maltempo del 29 ottobre scorso: mentre il vento frustava il territorio, i telefonini dei volontari di Protezione civile «squillavano e messaggiavano a più non posso, fino a rendere impossibile rispondere a tutti e attuare un reale coordinamento».

Mauro Viganò lo ha ricordato ieri, nel “Centro polifunzionale di emergenza” di Sala al Barro, presenti i tecnici del servizio provinciale, professionisti e diversi operatori del “Centro coordinamento volontari”. Viganò, col responsabile provinciale della Protezione civile, Fabio Valsecchi, Domizia Mornico, Michele Motta e altri, ha illustrato la mega-esercitazione ideata proprio per simulare il sovrapporsi di emergenza, mettere sotto pressione la macchina e il nuovo strumento nato per inoltrare via Internet le segnalazioni: consente, d’ora in poi, di avere sott’occhio il quadro, via via aggiornato, delle criticità, di coordinare e rispondere alle richieste (per esempio, di uomini, macchinari, tende) e di assegnare le priorità.

I particolari su “La Provincia di Lecco” in edicola domenica 5 maggio


© RIPRODUZIONE RISERVATA