Pescate: Ultimatum del sindaco  «Gli scarichi a lago saranno “murati”»
Dante De Capitani

Pescate: Ultimatum del sindaco

«Gli scarichi a lago saranno “murati”»

«Ormai i collettori fognari sono presenti in tutto il paese» - C’è tempo fino a fine mese, poi arriveranno gli operai

Ultimatum ai pescatesi che non si sono ancora allacciati alla fognatura pubblica. Se entro lunedì 28 gennaio non avranno iniziato la procedura, il Comune farà murare gli scarichi a lago, e i responsabili si ritroveranno la fogna in casa.

È un ultimatum  pesante, quello lanciato ieri dal sindaco Dante De Capitani, stanco del perdurare del problema e dei danni ambientali che queste situazioni di irregolarità, provocano.

Sono alcune decine le famiglie pescatesi non in regola che rischiano di ritrovarsi con la fogna in casa. Come spiega il sindaco: «Avevo fissato questo termine per fine 2018, ma ancora prima avevamo provveduto ad avvisare i diretti interessati  che, a distanza di anni dalla realizzazione del collettore fognario, non si erano ancora allacciate alla pubblica fognatura. Adesso scatta la tolleranza zero».

Il sindaco concede a tutti ancora una manciata di giorni, poi farà intervenire gli operai a chiudere, uno ad uno, gli scarichi abusivi.

I particolari su “La Provincia di Lecco” in edicola martedì 8 gennaio


© RIPRODUZIONE RISERVATA