Oliveto, parcheggio selvaggio  e auto a tutta velocità, giro di vite sui turisti
Auto posteggiate in divieto lungo la Lariana, ora tolleranza zero

Oliveto, parcheggio selvaggio

e auto a tutta velocità, giro di vite sui turisti

Aumentano i controlli dei vigili sulla Lariana Vietato campeggiare e accendere fuochi e barbecue Il sindaco: «Le spiagge sono fruibili ma serve rispetto»

Controlli serrati lungo la Lariana contro chi scambia la strada per una pista di gara, con mezzi che sfrecciano a velocità impensabile, e contro chi posteggia dove capita senza tener conto dei passaggi pedonali, delle curve e del possibile intralcio alla circolazione. Le verifiche inizieranno con il bel tempo.

Ancora più sicurezza

«La sicurezza è fondamentale - dice il sindaco Bruno Polti - lo scorso anno abbiamo fatto verifiche continue e quest’anno incrementeremo ulteriormente. Ci auguriamo che sia passato il messaggio che le spiagge sono aperte a tutti e fruibili, ma che è fondamentale il rispetto delle regole per la convivenza civile».

Vietato campeggiare, le tende non possono essere piazzate sulle spiagge anche perché non ci sono i servizi igienici. Vietato accendere fuochi e barbecue in spiaggia o sul ciglio della strada, la scorsa estate non sono mancati i furbetti dello spiedo ai quali è stata elevata una sanzione. Quanto ai posteggi i marciapiedi sembrano essere i più gettonati, bloccando il passaggio ai pedoni.Lo scorso anno, ed in particolare durante i mesi estivi, la polizia locale ha elevato 1.170 sanzioni, di queste buona parte per divieto di sosta, considerato che ci sono state anche domeniche nelle quali i vigili hanno sottoscritto una novantina di multe.

Due i mezzi accessoriati e dotati di strumenti moderni per i controlli del traffico, in uso alla polizia locale che fa capo ad una convenzione tra i Comuni di Oliveto, Malgrate e Valmadrera.

Nel corso del 2018 sono state fermate 16 auto senza revisione, e sequestrate sei auto senza assicurazione.

Ci sono state anche 12 sanzioni per inosservanza ai regolamenti locali, ovvero barbecue accesi nonostante il divieto e tende piantate sulle spiagge dove non si può campeggiare.

Per evitare di trovarsi con auto posteggiate anche davanti ai cancelli delle abitazioni, o in luoghi che poi comprometterebbero la normale circolazione, via Torri resta aperta al transito solo per residenti e autorizzati. La strada che salendo verso Valbrona svolta a destra e raggiunge il centro storico di Onno, e che in alcuni tratti è stretta, è una sorta di area a traffico limitato.

Si cercano posti gratis

Via Torri, così come altre vie interne, durante il periodo estivo diventano un posteggio non autorizzato da chi va al lago e lascia ferma l’auto per giornate intere. Bagnanti che cercano un posteggio gratis, e lasciano le auto sul ciglio della via creano intralci al transito. Quegli intralci che in passato hanno creato parecchie difficoltà e soprattutto rallentato interventi anche urgenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA