Olginate, gare di moto clandestine  Blitz degli agenti, multe e una denuncia
Una vera e propria locandina su internet per partecipare a uno degli ultimi raduni

Olginate, gare di moto clandestine

Blitz degli agenti, multe e una denuncia

Ai raduni organizzati con il tam tam su internet partecipano decine di giovani - La polizia locale: «Siamo intervenuti più volte, evoluzioni pericolose per l’incolumità di tutti»

Centinaia di metri percorsi in moto su una ruota sola, a volte senza mani e pure senza indossare il casco. Raduni clandestini organizzati periodicamente nelle zone industriali di Olginate e di Valgreghentino, con video promozionali e pubblicità via social. C’è perfino il pubblico che applaude ad ogni performance.

È questa la scoperta fatta dalla Polizia intercomunale di Olginate e di Valgreghentino, che in più occasioni ha organizzato blitz per debellare il pericoloso fenomeno che si è diffuso da tempo, in entrambi i Comuni e che coinvolge giovanissimi di tutta la Provincia. L’ultimo è avvenuto sabato scorso.

Sono già stati effettuati sequestri a amministrativi, elevate sanzioni e in un caso è partita anche la denuncia penale nei confronti del giovane proprietario di un ciclomotore che aveva occultato e contraffatto la propria targa per non essere identificato.

Ma le indagini sono ancora in corso, come spiegano dal comando di piazza Volontari Del Sangue, guidato dal comandante Matteo Giglio.

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola stamattina, 1 ottobre


© RIPRODUZIONE RISERVATA