Oggiono, Il virus colpisce anche le Poste        Le lettere da giorni sono in quarantena
Rimodulata anche l’apertura degli uffici postali

Oggiono, Il virus colpisce anche le Poste

Le lettere da giorni sono in quarantena

Una ventina di postini a casa in isolamento così come 25 addetti agli sportelli

Consegne in ritardo di un paio di settimane e uffici con orario rimodulato : «Gravi difficoltà»

La pandemia taglia la consegna della posta. Cassette vuote e ritardi sulla corrispondenza: i portalettere sono a casa in quarantena, e i colleghi delle altre zone sopperiscono con alcune sostituzioni evitando così che si creino pile di corrispondenza inevasa.

Da un paio di settimane ad Oggiono la posta arriva centellinata, e in alcuni casi è arrivata con largo ritardo.

La situazione

«Ci sono una ventina di postini assenti in tutta la provincia e attorno ai 25 addetti agli sportelli a casa in quarantena, la situazione non è semplice da gestire, alcuni postini terminato il loro giro cercano di dare un aiuto nelle aree scoperte come ad Oggiono - dice Antonio Pacifico della Cisl Poste -. Già in tempi normali siamo sotto organico ora con questa impennata di casi di positivi al Covid ci troviamo in difficoltà con meno persone a disposizione».

Su 250 addetti agli sportelli distribuiti su tutta la provincia in 25, il 10%, sono casa in quarantena, mentre per quanto riguarda i postini i numeri sono molti più alti infatti su un centinaio di portalettere solitamente in servizio 20 sono a casa ovvero il 20%. Numeri che pesano e si fanno sentire con ritardi sulle consegne, considerato che chi è in servizio sopperisce là dove riesce.

Nel frattempo si è resa necessaria la temporanea rimodulazione oraria, con l’apertura su tre giorni alla settimana, in 11 uffici postali di tutta la provincia a: Bulciago, Robbiate, Verderio, Abbadia, Oliveto, Torre de’ Busi, Casargo, Cremeno, Garlate, al “Lecco 2” ovvero corso Martiri a Pescarenico e a Pasturo.

I restanti 82 uffici postali distribuiti tra il capoluogo e il territorio al momento mantengono i consueti orari di apertura. Uffici dove c’è maggiore passaggio proprio perché ci sono 11 sportelli dove l’orario è stato ridotto.

Resta la disponibilità del canale online per poter svolgere numerose operazioni sia finanziarie sia postali. Per quanti hanno necessità di recarsi negli uffici Postali c’è la possibilità di prenotazione da remoto tramite App da smartphone sul sito www.poste.it.

Problema aperto

Resta però il problema della corrispondenza da consegnate che sta arrivando quasi ovunque in ritardo proprio perché mancano i portalettere. La situazione problematica dovrebbe continuare anche la prossima settimana, considerate le tante quarantene in corso.

Due anni fa ad inizio pandemia gli addetti agli uffici postali erano stati tra i primi a fare i conti con il Covid.

Quanto alla corrispondenza ad Oggiono e dintorni già ieri è arrivato qualcosa dopo giorni e giorni di cassette vuote.


© RIPRODUZIONE RISERVATA