Novemila euro in cambio di un lavoro Era una truffa, condannato a un anno
L’atrio del tribunale di Lecco dove ieri si è svolto il processo per la truffa al disoccupato

Novemila euro in cambio di un lavoro
Era una truffa, condannato a un anno

La vittima di Valmadrera ha pagato l’ingente somma per un finto posto di meccanico all’elisoccorso

Era finito nei guai con la giustizia a seguito della denuncia di un uomo di Missaglia a cui, spacciandosi per un pilota dell’elisoccorso dell’ospedale Niguarda di Milano, aveva promesso un posto di lavoro come meccanico. Dietro la corresponsione di una somma di denaro che, in varie tranche, ha raggiunto in pochi mesi i novemila euro.

E per avvalorare la sua tesi non avrebbe esitato a chiamare il malcapitato spacciandosi di volta in volta per questo o quell’altro funzionario dell’Are. Ieri pomeriggio in Tribunale a Lecco, dopo la testimonianza del querelante, parte civile con l’avvocato Massimo Tebaldi, del padre e di due persone informate sui fatti, Ambrogio Capra, 57 anni, residente a Valmadrera, che alla vittima si era però presentato come Marco Colombo, è stato condannato a un anno di reclusione e 500 euro di multa.

Leggete tutti i particolari sull’edizione odierna de La Provincia di Lecco

© RIPRODUZIONE RISERVATA