Nidi gratis, risorse anche a Valmadrera
Sotto i ventimila euro Isee non si paga

La misura Ai 270 euro mensili già rimborsati dell’Inps si aggiunge lo sconto del Comune. Intanto prosegue l’iter per il nuovo asilo in città, nello spazio individuato su viale Promessi Sposi

Nidi gratis, risorse anche a Valmadrera Sotto i ventimila euro Isee non si paga
La scuola materna paritaria Gavazzi, a Valmadrera

Grazie alla scelta dell’amministrazione comunale di Valmadrera, l’asilo nido diventa gratuito per le famiglie in possesso dei requisiti di reddito.

Infatti, il Comune di Valmadrera ha deciso di aderire alla “Misura Nidi Gratis” della Regione, così da contribuire ad abbattere i costi sostenuti dalle famiglie per il pagamento della retta di frequenza sia della struttura presente a Valmadrera, in frazione Parè, sia (a discrezione dei genitori) degli altri nidi e dei micronidi, sia pubblici, sia paritari, presenti sul territorio, purché convenzionati.

La copertura

«Il provvedimento - spiega il sindaco, Antonio Rusconi - riguarda la copertura della parte di retta mensile che supera la soglia rimborsata dall’Inps attraverso un’altra misura, cioè il “Bonus asili”: quest’ultima è di circa 272 euro; con l’intervento del Comune, avviene l’azzeramento della retta e le famiglie non devono pagare nulla».

I destinatari del contributo sono i nuclei familiari (coppie o genitori single, compresi i genitori adottivi e affidatari) con una situazione socioeconomica (certificata dall’indicatore Isee) inferiore o uguale a 20mila euro, i quali sosterrebbero una retta mensile superiore all’importo rimborsabile dal “Bonus asili” dell’Inps: ovvero (come avviene pressoché ovunque) maggiore di 272,72 euro; i loro figli dovranno avere al massimo 3 anni ed essere appunto iscritti a strutture di Comuni (se esterni a Valmadrera) anch’essi aderenti alla “Nidi gratis”.

«Per ottenere l’azzeramento della retta del nido - sottolinea il sindaco - le famiglie interessate devono perciò presentare anche la domanda per il bonus Inps, oltre che fare la richiesta della misura “Nidi gratis”». Attualmente il nido di Valmadrera rende disponibili 18 posti, con diverse fasce orarie; la lista di attesa è di 7 o 8 bambini.

Spazi futuri

Il Comune ha appena deciso la costruzione di un nuovo asilo, più grande, tra viale Promessi Sposi e via Bovara, grazie all’assegnazione dei fondi sul piano nazionale Pnrr. L’investimento sarà di circa un milione e mezzo di euro. Il nuovo asilo sarà dimensionato per circa 45 posti, quindi si candida per diventare un servizio per Valmadrera, ma in accordo anche coi Comuni di Civate e Malgrate.

«L’attenzione dell’amministrazione comunale per l’asilo nido - osserva il sindaco - va di pari passo col cambiamento culturale e la crescente affermazione delle donne nel lavoro, quindi la sempre maggiore richiesta di questo servizio, per la necessità di conciliare professione e famiglia. Oltre a ciò, è mutato il ruolo che possono svolgere i nonni, i quali vanno in pensione più tardi o risiedono magari in altre città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA