Muore di Covid l’alpino Egidio Riva
«Dove serviva aiuto, lui c’era sempre»

Il lutto Pescate e Garlate piangono la colonna storica delle penne nere, scomparso a 74 anni Il figlio Omar: «Papà era generoso e pronto al sorriso». Era ricoverato all’ospedale Manzoni

Muore di Covid l’alpino Egidio Riva «Dove serviva aiuto, lui c’era sempre»
Egidio Riva, 74 anni con il figlio Omar

Da Pescate a Garlate. È un lutto che ha colpito due comunità, quello della morte di Egidio Riva , 74 anni, elettricista in pensione, volontario e storica colonna del gruppo Alpini di Pescate e militante della sezione di Olginate, Garlate, Valgreghentino e Pescate della Lega.

La notizia si è diffusa ieri, sollevando commozione e cordoglio tra le tantissime persone che lo hanno conosciuto e amato. Riva si è spento all’ospedale “Alessandro Manzoni” dove era ricoverato da giorni ormai a causa delle complicanze causate dal Covid-19..

Non discuteva mai

Come conferma il figlio Omar, che è stato per anni consigliere comunale con l’ex sindaco Maria Tammi e all’opposizione nel precedente mandato dell’attuale primo cittadino, Giuseppe Conti. Tanti i ricordi che conserva del padre: «Dove serviva aiuto, lui c’era. Non gli interessava comandare, discutere. Chiedeva solo cosa potesse fare. Papà era così, generoso, pronto ad aiutare e a fare e lo faceva sempre sorridendo. Non esiste una sola foto in cui lui non stesse sorridendo»

Anche Dante De Capitani , sindaco di Pescate ha voluto partecipare al ricordo: «La scomparsa dell’alpino Egidio Riva lascia un vuoto nella comunità pescatese. Ricordiamo con commozione il grande impegno civile e sociale che ha contraddistinto tutta la sua vita» racconta.

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola giovedì 6 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA