Manzoni, niente palestra fino al 2023

Merate Slitta di due mesi la consegna dell’impianto a servizio della scuola media, fissata adesso per Natale

Manzoni, niente palestra fino al 2023
Il costo complessivo è salito a un milione e 569mila euro

Sarà ultimata per Natale, con un paio di mesi di ritardo su quanto previsto, la nuova palestra della scuola media “Alessandro Manzoni”.

A causare lo slittamento della consegna dello stabile, precedentemente fissata tra la fine d’agosto e l’inizio di settembre, sono le tempistiche di asciugatura della pavimentazione sottostante al linoleum oltre che interventi aggiuntivi esterni all’edificio, prima non previsti.

L’impresa Bonacina di Galbiate, che sta ultimando l’intervento, ha quindi chiesto e ottenuto una dilazione all’ufficio tecnico comunale.

Due le novità che riguardano il cantiere.

Anzitutto c’è stato un aumento dei costi, dovuti al rincaro delle materie prime. «A valle del decreto ministeriale - riferisce il sindaco Massimo Panzeri, che ricopra anche la carica di assessore ai Lavori pubblici - abbiamo recepito le richieste che da qualche tempo ci arrivavano dall’azienda per un rincaro del materiale e quindi approvato un aumento dei costi».

La seconda modifica riguarda invece l’intervento e prevede l’esecuzione di opere aggiuntive e precedentemente non calcolate. «In particolare - precisa il sindaco - si tratta di interventi per l’allacciamento delle utenze e per la fruibilità dell’opera».

Complessivamente, la maggiorazione dei costi e l’aggiunta di lavori precedentemente non calcolati ha comportato una spesa aggiuntiva di circa 250 mila euro che hanno portato il costo complessivo dell’intervento a un milione e 569 mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA