Malgrate, l’ultimo saluto a Elsa  «Una mamma solare»
Prima della cerimonia eucaristica, il feretro ha compiuto una breve processione

Malgrate, l’ultimo saluto a Elsa

«Una mamma solare»

I funerali della donna investita alla Fiocchi - La chiesa di san Carlo al Porto non ha potuto ospitare neppure la metà dei tanti amici e colleghi di lavoro

Sono stati celebrati questo pomeriggio i funerali di Elsa Lanzilli, la mamma di 45 anni, deceduta domenica, dopo un gravissimo incidente. Residente a Malgrate, madre di due figli di 17 e 15 anni, Elsa Lanzilli era stata investita davanti alla Fiocchi Munizioni della quale era dipendente come il marito Salvatore D’Antonio.

Nell’incidente la donna ha subito traumi gravissimi, che non le hanno dato scampo. Una tragedia vera e propria, dunque, che ha lasciato un segno profondo a Malgrate e tra i dipendenti della Fiocchi. Per tutto questo, quella di ieri pomeriggio è stata una cerimonia funebre molto partecipata e commovente. Intorno alla bara, nel cortile antistante la chiesa parrocchiale di San Carlo al Porto di Malgrate, si sono ritrovati parenti, amici e tantissimi lavoratori della Fiocchi. Moltissimi colleghi hanno voluto rendere l’ultimo omaggio ad Elsa, così come Stefano Fiocchi, presidente della storica azienda lecchese. Tutti si sono stretti intorno al marito Salvatore ed ai due figli Mario e Giusi. Prima della cerimonia eucaristica, il feretro, seguito da un’autentica folla, ha compiuto una breve processione, guidata da don Paolo Ventura, entro il quartiere del Porto di Malgrate. Toccante è stata la sosta di fronte all’abitazione di Elsa Lanzilli: un ultimo, doloroso saluto dopo la tragedia che l’ha tolta ai suoi affetti.

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani, 30 novembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA